Questo sito contribuisce alla audience di

L’equazione che non torna: calo viola non è sinonimo di pari giusto

Marko Pjaca in fase di riscaldamento. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Un tempo per uno, quindi pareggio risultato giusto. Eh no, perché farla così facile finisce per travisare quanto accaduto ieri a Marassi: la Fiorentina è scesa in campo con grande mentalità e voglia di strappare i tre punti alla Sampdoria, collezionando due palle gol prima della rete di Simeone. Per non parlare di quelle sprecate dopo, un paio almeno da Pjaca e tante altre incursioni in area con Chiesa e compagnia. Una prima frazione che poteva chiudersi con un gap molto più ampio dello 0-1, se non fosse stato per Audero, di fatto il migliore in campo. Poi la ripresa e il calo fisico, e forse mentale, della squadra di Pioli, sovrastata a centrocampo dalla Samp, incapace però di andare oltre alla rete di Caprari. Il buon Dragowski si è sporcato i guanti su una punizione dello stesso attaccante romano (subito prima dell’1-1), mentre in un finale in crescendo i vari Mirallas e Milenkovic hanno messo nuovamente paura agli uomini di Giampaolo. Il calo viola è stato indubbio ma il “dominio” della Samp si è concretizzato prevalentemente nel possesso palla, non nel numero di occasioni, nettamente a favore della Fiorentina. Ecco perché, di “giusto” nel pari di Genova di ieri c’è poco.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Voglio ricordare a tutti che siamo la squadra più giovane della serie A e che il carattere nei ragazzi giovani è soggetto a momenti di euforia e a vistosi cali di tensione..diamo il tempo di crescere e comunque sono sopra la media..FV

  2. Di giusto ieri ci sarà poco,ma c’è sicuramente l’inevitabile con un allenatore perdente come pioli.Di queste partite “ingiuste “ne vedremo a josa con pioli.Poi,che simeone si mangi i gol e giochi come una capra a testa bassa,è un altro discorso.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.