Questo sito contribuisce alla audience di

Mancini: “Fu Astori a spiegarmi l’importanza dei dettagli a Moena. Poi quando lo rividi al mio debutto venne da me…”

Il giovane centrale dell’Atalanta Gianluca Mancini, ex viola, ha ricordato a Sport Week qualche momento con la maglia della Fiorentina: “Ho dei ricordi fantastici. Fui aggregato alla prima squadra per il ritiro estivo di Moena. Astori restava a lungo a parlato con i più giovani, ci dava consigli, ci seguiva. Cosa mi disse? Tante cose, ma ne svelo solo una perché è anche simpatica. Allora avevo qualche chilo in più, sono un mangione e non badavo più di tanto a certe questioni. Pensavo che bastasse far bene in campo per diventare un professionista. E invece Astori mi spiegò come a fare la differenza siano i dettagli. Da allora iniziai a curarmi sotto questo aspetto. Quando lo rividi il giorno del mio debutto in A venne da me per farmi i complimenti: ‘Bravo, ti sei tirato a lucido. Così si fa’. Sento ancora la sua voce, non riesco a credere che se ne sia andato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Si continua a regalare .Diego è ora di far pulizia

  2. Grazie Corvino!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.