Questo sito contribuisce alla audience di

Nicchi: “Il VAR sta andando molto bene. Gli errori fanno parte dell’essere umano. Su Pairetto…”

Il presidente dell’Aia Marcello Nicchi ha parlato a Coverciano a margine dell’Assemblea ordinaria di Lega B (e dell’incontro con gli arbitri): “Questi incontri sono importantissimi, per dire quello che ognuno pensa: ovviamente dopo sei partite i resoconti sono al minimo storico, ci sono state domande interessanti. Questa è la strada migliore, ovvero quella della coordinazione. Il VAR? L’introduzione della tecnologia sta portando grandi privilegi: nelle prime giornate ci sono molti interventi del VAR che sono stati tutti esatti. Domenica c’è stata una disfunzione in una partita (Fiorentina-Atalanta, ndr), questo fa parte dell’essere umano che può anche sbagliare, chi di competenza ci lavorerà per far si che non ci siano più errori. La tecnologia sta portando dei grandi risultati dal punto di vista dei comportamenti: non ci sono più atteggiamenti rissosi e non ci sono più interventi duri, perché i giocatori sanno che adesso non sfugge più niente. Possiamo ancora migliorare, sicuramente dobbiamo velocizzare la procedura. Il protocollo non dice di fare in fretta, ma dice di prendere il tempo che serve per prendere la decisione giusta. Siamo partiti in tre: Italia, Germania e Portogallo. So che in Germania ci sono delle difficoltà, da noi, tranne per un episodio, ha funzionato tutto a dovere. Dobbiamo far presto, perché i Mondiali li giocheremo con il VAR. Pairetto? Non è il mio ruolo, io nomino gli organi tecnici. Noi non ci focalizziamo su un episodio. Le cose nel complesso stanno andando bene. Potranno andare meglio, poi l’errore ovviamente è sempre dietro l’angolo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

23 commenti

  1. Ardito Lesionato Viola

    Caro Nicchi ( si fa per dire ) glielo hanno già detto altri utenti e io glielo ribadisco : Siete in malafede ( da sempre ) e il VAR lo ha semplicemente certificato.
    Tutto il resto sono chiacchiere per arrampicarsi sugli specchi e per prendere in giro ulteriormente i tifosi delle non solite note di cui mi vanto di appartenere.

  2. Claudio di Ferrara

    Nicchi continua semplicemente a fare schifo

  3. Stai zitto brodo

  4. Questo buffone continua anche a prenderci in giro….
    Andrà bene a te e agli altri…
    Per noi è stato solo un disastro (5 episodi assurdi e vergognosi contrari, tra Milano e contro l’Atalanta).
    Una presa di giro vergognosa

  5. Caro Nicchi, sbagliare certo si può, ma non guardare neppure con quell’aria supponente e spocchiosa no, avrebbe guardato se si trattava di juve napoli roma inter milan ecc, certo, allora la Var la usi anche lei il lunedi vrso quelli che fanno come Pairetto e li squalifichi pubblicamente !!!!!!! ALLORA LA VAR ANDRA’ BENE. MA A LEI VA BENE COSI !!!!! le è falso.

  6. un mediocre e paraculato,paracadutato in un ruolo da marionetta.

  7. Caro nicchi, il problema nn è il var! Ma è la malafede che il sig pairetto ci ha messo! X TT la partita si è capito l’atteggiamento arrogante presuntuoso ed ostile!

  8. La solita ….. nn ho parole adeguate x lo schifo che mi fa lui e quel ….. di Pairetto!!

  9. Ma guarda la combinazione.Nel frattempo mentre cercate di migliorare per evitare altri errori,vogliamo indietro i due punti che ci sono stati rubati da Pairetto.

  10. Debuttò in Serie A nel 1988 per decisione del dirigente arbitrale Cesare Gussoni, e nel 1993 venne indicato come arbitro internazionale dall’allora designatore Paolo Casarin. A livello internazionale, svolse le funzioni di quarto ufficiale nella finalissima degli europei di calcio 1996 Germania-Repubblica Ceca, arbitrata da Pierluigi Pairetto allo stadio Wembley di Londra.

    Smise di arbitrare nel 1997, per scelta tecnica dei suoi superiori, dopo gli errori commessi durante il campionato di Serie A 1996-1997. Fu una stagione tormentata, anche a causa di un’operazione al menisco che lo tenne fermo per qualche tempo. In particolare, nella partita Vicenza-Bologna, espulse lo svedese Kenneth Andersson che aveva semplicemente chiesto di essere sostituito dal proprio allenatore. In Perugia-Napoli convalidò un gol segnato nettamente con una mano dal croato Milan Rapaic.
    PUO’ BASTARE?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.