Questo sito contribuisce alla audience di

Nuova era Della Valle: “La vendita del club? E’ il passato!”

Diego e Andrea Della Valle e il presidente esecutivo Cognigni in tribuna. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Quello che era emerso subito dopo la tragedia di Davide Astori è stato sancito e certificato dal presidente esecutivo della Fiorentina, Mario Cognigni, poco prima che la squadra scendesse in campo e vincesse contro il Torino in casa granata: si riparte con una nuova era Della Valle. “Oggi vedo che siamo tutti uniti – sono le parole pronunciate dallo stesso Cognigni – dai Della Valle ai dirigenti per arrivare a squadra e tifosi e questo è fondamentale, questo è il futuro. Possiamo creare qualcosa di importante. I discorsi sulla cessione del club fanno parte del passato, ora c’è vicinanza”.

Intanto il centro sportivo verrà intitolato a Davide Astori, “perché quella era la sua casa, dove si allenava e passava tante ore”, ha concluso Cognigni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. E’ solo un rimandare, ora vedono, contano e ricontano e…… c..zo ma forse il filone non si è esaurito ci si può ricavare ancora qualcosina , di din di din di din , di din di din di din di Arpagoniana memoria et voilà le project continue e ci saranno e i soliti inioti che ci crederanno a questa ennesima farsa , e andremo avanti così, senza vincere un tubo stagione dopo stagione, in un piattume che a confronto la pianura padana si erge a montana !

  2. Spero che le parole siano surrogare dai fatti e che si possa ricominciare a sognare..Non chiediamo lo scudetto ma un percorso di crescita continua..in questo modo sarei il primo ad applaudire..solo un po’ più di passione e chiarezza nei programmi..Noi saremo sempre lì a incitare i nostri colori..aspettiamo solo dei fatti dopo tante parole poi io personalmente mi ricredero’ e ne sarò contento di farlo.

  3. Ma come fa a dire che appartiene al passato la vendita? Era il mio sogno togliersi dai piedi i ciabattini maledetti.

  4. Come se fosse mai stata concretamente in vendita

  5. La digrazia di Astori non cancella di colpo gli errori del passato. E non ha messo sotto il tappeto i problemi odierni che anche ieri si sono verificati. La squadra è encomiabile e godrà giustamente di tutti i possibili alibi fino al termine della stagione. Idem per la.società ma da giugno i nodi torneranno al pettine.

  6. E poi mi dite che non ho ragione quando dico che questi fanno davvero schifo e approfittano delle situazioni (in questo caso di una tragedia) per girarsele a loro favore???

  7. Ma se i DV mi dimostrano di essere tornati quelli dei tempi di Prandelli dove arrivavano i vari Frey e company o quelli dove arrivavano i Gilardino Vargas Jovetic , mi ricrederò nel contestarli , ma se invece continuassero come stanno facendo da tre anni ad oggi be scusate maunità di intenti proprio non la vedo personalmente.

  8. Non cambia niente perché unità fra squadra e tifosi c’è e c’è sempre stato , vogliamo i fatti basta le parole e di parole poi smentite dai fatti questa proprietà e dirigenza ne hanno dette tante.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*