Offensivista sì, ma stupido assolutamente no

Va bene essere un allenatore a cui piace vedere una squadra giocare, costruire dal basso, pressare alto ed essere tendenzialmente offensivo, ma tutto si può dire all’allenatore della Fiorentina, Vincenzo Italiano, fuorché sia stupido. E prima di andarsi a schiantare contro un muro è pronto anche a cambiare la propria anima.

Italiano erede di Zeman per alcuni aspetti, ma non è un’integralista del 4-3-3 in qualsiasi circostanza come il boemo. E allora, con la squadra in difficoltà nella seconda parte del match contro l’Udinese, ecco la svolta tattica. Fuori Torreira, dentro Igor e via al 3-5-2 che diventava un bel 5-3-2 in fase difensiva. Tutti a presidiare la metà campo viola, tutti a proteggere la porta e il vantaggio maturato nel primo tempo. E se questo vuol dire essere meno spettacolari rispetto ad altre circostanze, pazienza.

Del resto, che lo si voglia o no, siamo nella patria in cui, nel calcio, prima viene il risultato, prima viene il posizionamento in classifica e poi tutto il resto. Per brillare, per essere quella formazione che tanto bene ha fatto nelle prime cinque giornate c’è molto tempo e ci sono molte partite ancora.

 

Guarda i commenti (10)

  • Inlinea di massima condivido le osservazioni dell'articolo ,ma rimane il fatto che il gioco offensivo ( non quello scellerato ....) è fortemente deficittario ( pochissime palle gol...) e rimango anche dell?avviso che larosa ,se pur rigenerata ( vedi Duncan ) è ancora di livello tecnico mediocre e male assortito, in ogni caso rispetto ai fallimenti degli anni passati non c'è paragone finalmente faremo un campionato tranquillo per l'europa serve altro(anche se questo torneo è di livello basso).....

  • Conta solo vincere, essere belli fine a se stesso non porta punti. Italiano fa bene ad usare più moduli anche a gara in corso. Possiamo e dobbiamo farlo.

  • Nn si può giocare contemporaneamente con callejon e Saponara si perde di freschezza e quantità. Se penso che non abbiamo preso brekalo per 1 milione + 6 di bonus mi viene da piangere . Che amarezza!!!!!

  • Berardi per Callejon e siamo a posto, il resto si può lasciare come sta. Io penserei da subito ad accaparrarmi Odriozola, è un crack.

  • Ieri e' stato molto utile amrabat in certe fasi della partita e' essenziale,l'allenatore ha letto bene la partita,si puo' essere d'accordo o no su certe scelte tecniche,ma finche' ottiene questi risultati ha ragione lui,

  • L'infortunio di Biraghi e il giallo di Quarta hanno complicato i piani di Italiano che sicuramente pensava di cambiare almeno uno tra Callejon e Saponara nel secondo tempo. Poi contro una squadra di marcantoni, dove solo 2 o 3 giocano a pallone, ha deciso di mettere ulteriore peso dietro anche per alleviare la pressione su Terzic e soprattutto Odriozola. Se l'Udinese avesse pareggiato, tutti gli avrebbero rimproverato di non aver messo dentro una punta ... così va il mondo

  • Un raggio di sole dopo una lunga notte tempestosa sembra ancora più luccicante. Italiano è quel raggio, sembra troppo bello per essere vero dopo anni di delusioni. Se è troppo presto per fare tabelle o guardare la classifica, noi tifosi abbiamo ricominciato a sognare ed i giornalisti a coltivare questi sogni analizzando le scelte tecniche di italiano.

    Fino ad oggi le sta azzeccando quasi tutte, la cosa più bella è non lasciare indietro nessuno, perfino maleh e terzic. Tutti sono coinvolti nel progetto, e ci possiamo permettere di affrontare il Napoli dopo la salutare doccia fredda del secondo tempo contro l'Inter, senza aver nulla da perdere.

  • Ok cambiare a partita in corso.. è una prova di intelligenza.. ma lasciare callejon e saponata in campo 90 minuti , si gioca in 9.. per forza gli altri poi ti schiacciano e rischi il pareggio.. qui deve migliorare secondo me..

Articoli correlati