Questo sito contribuisce alla audience di

Passalacqua: “Ci sono stati documenti che hanno reso evidenti le gravissime anomalie connesse alle vicende che portarono al fallimento viola…”

Su La Nazione in edicola stamani, nell’estratto relativo a Vittorio Cecchi Gori e il crac Fiorentina, troviamo anche la parole del legale dell’ex presidente della Fiorentina, Gianfranco Passalacqua: “Nel corso degli anni sono emersi fatti e acquisiti documenti che hanno reso evidenti le gravissime anomalie connesse alle vicende che portarono al fallimento dal quale è derivato, successivamente, il dissesto del gruppo Cecchi Gori. Un’anomalia su tutte: la Covisoc (la Commissione di vigilanza sulle società di calcio, ndr), che nel giugno 2002 riteneva la Fiorentina idonea all’ammissione al campionato di serie A 2002/2003, a distanza di un mese e senza alcuna motivazione, contraddiceva le sue stesse conclusioni. Altra macroscopica anomalia è la circostanza che la Fiorentina fu l’unica società obbligata a saldare in un unica soluzione il suo debito con il Fisco attraverso una compensazione con i crediti vantati dalla stessa per i diritti tv, laddove le altre società, indebitate quanto e oltre la Fiorentina, furono beneficiate con dilazioni trentennali”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

14 commenti

  1. SEBA….IL RICORSO CON I SUOI LEGALI È IN ATTO …..LA RICHIESTA DA 350 MILIONI DI RISARCIMENTO È AGLI ATTI….IN PRESCRIZIONE CI SONO SOLO I VIZIETTI DI VITTORIONE….ORMAI HA 76 ANNI SUONATI

  2. Cosa ci si poteva aspettare da uno che nascondeva la cocaina in cassaforte!!
    Cmq adesso mi sembra un po’ tardino x recriminare. Tra prescrizione e decorrenza dei termini non credo resti spazio accettabile x ulteriori ricorsi.

  3. S 69….TUTTO VERO IL TUO POST….CIÒ NON TOGLIE CHE AL DI LÀ DEI DUBBI SPOSTAMENTI DI CAPITALI DI VITTORIONE DA PARTE SUA CI FU LA VOLONTÀ CONCLAMATA DI MANTENERE LA FIORENTINA A LIVELLI DA COMPETITOR….COME CITA L ARTICOLO IN QUESTIONE LA DECISIONE DI FAR FALLIRE LA FIORENTINA VENNE PRESA SOLO IN SECONDA BATTUTA DAL ORGANO COMPETENTE NONOSTANTE GARANZIE CERTIFICATE DA CECCHI GORI DI FAR FRONTE AL DEBITO…..LAPALISSIANO IL FATTO CHE A FARLO CADERE NEL PRECIPIZIO CONCORSERO IN MANIERA SUBDOLA FUORVIANTE E DETERMINANTE IL CAVALIERE DI ARCORE E COMPAGNI

  4. Nn fu la Fiorentina a fallire, fu Vittorio che andò a gambe all’aria.
    Prese i settanta miliardi incassati dalla cessione del Bati e li spostò nella finmavi, la finanziaria di famiglia.
    Ultima cosa, se gli hanno fatto il mazzo, anche in maniera balorda per carità, la colpa principale ricade sul fatto che era un gran bischeraccio. Il su babbo aveva il miglior ufficio legale in Italia, gente con i controattributi cubici, questo bischero li fece scappare (la maggior parte finì a Telecom) e il risultato principale fu che un’operazione che poteva rimetterlo in piedi, la cessione di Tmc alla Telecom, si rivelò un bagno di sangue.
    Sicuramente qualcuno gli ha dato una spinta, ma sull’orlo del baratro ci si è messo da solo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.