Questo sito contribuisce alla audience di

Paulo Sousa: “Se scelgo campionato o coppa? E’ come dire “chi preferisci tra mamma o babbo?”. Alla fine sono due punti persi”

Il tecnico viola, Paulo Sousa, spiega sulla partita con l’Empoli e i problemi riscontrati nel primo tempo: “Non sono dovuti ad una questione di approccio, siamo convinti di quello che abbiamo fatto. Quando ci sono giocatori che vanno con altre squadre, con altri metodi di allenamento, interrompi una dinamica di pensiero. Appena abbiamo cominciato a dare velocità e verticalità al nostro gioco, abbiamo cominciato a dominare. E’ stata una rimonta importante, per la prima volta nella stagione. Devo valorizzare alcuni giocatori per mantenere tutti disponibili per tutta la stagione. Campionato o coppa? Io vi faccio una domanda: mamma o babbo? Chi preferite? Tutt’e due, dobbiamo voler andare avanti su entrambi i fronti. Alla fine credo che siano stati due punti persi per quello che abbiamo fatto nel secondo tempo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

26 commenti

  1. Per battere l’Empoli serviva la miglior Fiorentina è quella di oggi non era la miglior Fiorentina. Gli errori servono per non ripeterli più; speriamo serva per il futuro.

  2. Caro Paulo, speriamo che la partita contro il Basilea tu la consideri una partita come fosse una Finale. Niente Rebic, Suarez, mi dispiace ma anche senza Rossi, ancora non in forma, ma anche senza Mati, spesso inconcludente. …. e a .. Tatarusanu … che rinvii quelle palle che invece di spedirle verso il centrocampo, le tiene lì, facendoci tenere il fiato sospeso. Quindi Undici Leoni a Basilea.

  3. Io la metto in questo modo, se il pareggio prima o poi doveva arrivare non c era modo migliore

  4. Vorrei aggiungere un’altro pensiero, sempre per criticare la scelta della formazione di Sousa di oggi, perché Napoli e Roma giocano sempre gli stessi giocatori cioè i migliori, ed anche loro hanno le coppe, ma possibile che giocatori così giovani così altamente allenati non sono in grado di giocare 2 partite alla settimana e non per tutto il campionato, il turn-over lo considero una grande stupidata, al massimo cambiare 2 giocatori ma con 5 o 6 è impossibile che i risultati siano gli stessi

  5. La scelta non è tra mamma e babbo, ma tra la mamma e un lontano parente di terzo grado…

  6. Non capisco che bisogno ci fosse di fare questi cambi nella prima partita dopo una sosta di due settimane, insistendo con un giocatore fuori ruolo, Rebic, il quale non ha mai convinto neanche nelle precedenti partite, con un Suarez inguardabile come del resto lo è sempre stato fin dall’inizio del campionato e con un Mati che fin qui ha giocato partite mediocri, non si possono regalare tre giocatori a nessuna squadra, ti può andare bene una volta o due, mai poi paghi tutto con gli interessi…

  7. No..non si possono perdere punti in casa così. .se vogliamo aspirare a qualcosa di importante queste partite vanno vinte…forza ragazzi non molliamo. …

  8. NON CI SI RENDE CONTO DELLA GRAVITÀ DELL’ERRORE DI TENERE IN PANCA KALINIC E BERNIE. È INACCETTAVILE!

  9. Abbiamo una squadra che gioca a memoria ma è quella titolare, quando mettiamo le cosiddette seconde linee la musica cambia e l’armonia crolla, perché mi chiedo perché bisogna buttare alle ortiche una stagione, parlo del campionato, che potrebbe essere veramente fantastica sotto ogni profilo, perciò il mio pensiero è questo: facciamo giocare le riserve in EL o soltanto se il traguardo è così veramente importante (una semifinale o finale di coppa) SFV

  10. Chi mi spiega ha cosa serve il turn-over nel calcio, ma deve avere buone ragioni gli offro la cena??!! In più a novembre e non aprile maggio… Per di più parliamo di calcio e calciatori, gente pagata per GIOCARE A PALLONE. Non ci riuscirò mai, ma dal diretto interessato(sousa) una risposta sarebbe un sogno.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.