Questo sito contribuisce alla audience di

Pochi dubbi su Pioli ma qual è la strategia della Fiorentina?

Le difficoltà di Pioli ad ottenere la buonuscita che vuole dall’Inter è un passaggio naturale in un rapporto di lavoro interrotto bruscamente, ma non ci sono poi tanti dubbi sul suo approdo alla Fiorentina e anche il procuratore del tecnico a Fiorentinanews.com l’ha fatto capire. Dunque Pioli sarà il primo tassello da cui ripartire (e non Di Francesco perché la clausola da 3 milioni di euro e certe richieste del tecnico sono stati considerati ostacoli insormontabili).
Poi cosa farà Corvino? Vincenzo Vergini pochi giorni fa ha detto che è possibile vedere una Fiorentina costruita sui propri giovani entro tre anni, dunque lecito aspettarsi che già a Moena 2017 vedremo qualche volto molto giovane aggregato alla prima squadra. Poi si parla molto di una Fiorentina più italiana ma i due acquisti messi a segno sino ad ora da Corvino sono Vitor Hugo, brasiliano, e Milenkovic, serbo, quindi niente italiani per ora. Il direttore generale della Fiorentina, dopo un mercato giocato in difesa come quello estivo del 2016, è pronto a rimettersi in gioco e a costruire una Fiorentina competitiva.
Compito comunque arduo perché saranno tanti a lasciare Firenze e sarà complicato trovare i degni sostituti senza svenarsi. Ma d’altra parte Corvino è tornato apposta, dunque è lecito aspettarsi una Fiorentina più forte alla prima del prossimo campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

53 commenti

  1. Abbiamo tre giocatori buoni (non fuoriclasse) e ne vendiamo probabilmente due…con quei soldi (o meglio con quelli che restano)Corvino andra’ a prendere gente non migliore e forse nemmeno di pari valore,ma giovani scommesse o gente in prepensione…cosa ci sia di razionale in questo non lo capisco.Juventus e Napoli hanno venduto Pogba e Higuain ma partivano gia’ da un telaio di gente forte e hanno usato quei soldi per gente che aveva gia’ mostrato il proprio valore.Qui invece ci disfiamo delle poche certezze e andiamo a rimpiazzarle con ipotesi…dal punto di vista tecnico e’ un suicidio,da quello economico e’ una plusvalenza,per i clienti una quaresima senza fine

  2. La strategia è sempre la solita, spendere il meno possibile e incassare tanto!!!!!!!

  3. AXL scusa ma se è come dici te,ed anch’io credo proprio che sia così,perché scrivi sempre che i Dv non hanno mai provato a vincere niente? Hanno avuto colpe sicuramente,ma anche tanta sfortuna,e allora perché incalzarli sempre,offenderli continuamente? Vediamo se,col bilancio che finalmente pare essere pareggiato,rimetteranno mano a qualche investimento e caso mai,se così non fosse,approverò anch’io una eventuale contestazione.

  4. Claudioviola quella finale contro il Napoli non é colpa de la curva
    Quella partita l abbiamo persa perché Cuadrado squalificato, Mario Gómez rotto,pepito rossi semi rotto giocó solo gli ultimi 10 minuti e ilicic sbaglió un gol davanti alla porta al 90esimo

  5. Axl86 ahahah eheheh ihihih il primate del tifo Viola, comunque rilassati nessuno mi ha picchiato, ribatto sempre lì perché vorrei che qualche presente in modo autorevole mi spiegasse la linea della curva nella finale visto che ci lamentiamo perché non vinciamo mai.Grazie omaccio

  6. Ahahahahahah Claudioviola ti devono aver picchiAto bene in quella finale ahahahahahah

  7. Per me S69,la transizione che auspichi te ha da durare anni ed anni. Se poi,con una eventuale nuova proprietà scopriremo che avrà più passione,più cuore,più tifo,più tutto,ma i piazzamenti dovessero uguali o addirittura peggiori di quelli attuali (e con le tre a strisce,la Roma,il Napoli e la Lazio la possibilità di arrivare sempre settimo o ottavi invece di quinti o quarti è altissima),sai che me ne frega a me di quanto sarebbe tifosa questa nuova proprietà,e quanti ne ne fregherebbe di quanta passione ci mette. Poi cosa succederebbe? Che ci vieni a dire che si riparte con le contestazioni? Che si deve ricambiare proprietà fino a che,forse tra vent’anni,un petroliere arabo che ha voglia di buttare nel cessi alcune centinaia di milioni,si decide ad investire sulla Fiorentina? Mah,che ti devo dire,pensala un po’ come ti pare,ma a me non convince proprio.

  8. Tirare a campare un altro anno. Questa è la strategia.

  9. Ricordo perfettamente che fino allo scorso anno il problema era il Fair play finanziario.
    Quei cattivacci della UEFA, impedivano ai DV di mettere soldi loro nella Fiorentina, pena esclusione dalle competizioni europee. Penso che oggi, sia chiaro a tutti che la cosa sia del tutto FALSA. Poi c’era la questione della sponsorizzazione, una specie di gabola, per la quale i DV avrebbero potuto mettere dei soldi in società tramite uno dei loro marchi sulla maglia. I soliti dicevano che nn era possibile, anche li per i blocchi imposti dalla UEFA. Purtroppo la scritta Mapei sulla maglia del Sassuolo ha dimostrato che anche questa roba è FALSA.
    Tralascio i “regali per Firenze” rivenduti alla prima finestra di mercato e la sfilza di “mancate verità” per nn farla troppo lunga.
    Tuttavia, mai come ora è chiaro a tutti che: 1)Questa proprietà nn è in nessuna maniera valore aggiunto, loro o un altro, nn cambierebbe di una virgola il fatturato ne le ambizioni della Fiorentina.
    2) Sono ormai anni che come ho scritto sopra, questi ci pigliano per i fondelli da anni.
    Per questo motivo penso che l’esperienza di questa proprietà a Firenze sia di fatto finita. Spero solo che la transizione verso una nuova fase, con una proprietà diversa, sia il più veloce possibile

  10. Corvino, Cognigni e mister senza cittadella si vivacchia non vogliono il bene della Fiorentina….

    Tutto il resto è aria fritta

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.