Questo sito contribuisce alla audience di

Prandelli a FN: “Ho cercato di avvicinare Antognoni alla Fiorentina fin dal primo anno, ma non ci sono riuscito. Corvino invece…”

Cesare Prandelli è stato sicuramente uno degli allenatori più amati di sempre, sopratutto se prendiamo in considerazione gli ultimi vent’anni. Dopo la prima parte, l’ex tecnico viola ha parlato a Fiorentinanews.com anche del club manager della Fiorentina Giancarlo Antognoni e del direttore Pantaleo Corvino, con cui ha lavorato a Firenze per cinque anni.

Mister, c’è stato un momento in cui la proprietà e la città di Firenze le sono stati particolarmente vicino? Calciopoli ad esempio…

A livello umano in un momento particolare della mia vita, tutti in Fiorentina mi sono stati vicino. Però io a Firenze ricordo 4 anni e 8 mesi meravigliosi. Poi gli ultimi mesi probabilmente ci sono state forse anche delle incomprensioni e magari una poca trasparenza. Mi auguro per il bene della Fiorentina che la proprietà riesca a superare questi ‘dissidi’. Da due anni hanno riportato in società un personaggio che è l’emblema di Firenze come Giancarlo Antognoni. Antognoni potrebbe essere la persona giusta per ricominciare qualcosa di importante a livello sportivo.

Quanto sarebbe servita una figura come Antognoni anche durante il suo periodo in viola?

Già al primo anno ho cercato di avvicinarlo a noi, ma non ci siamo riusciti. Molto probabilmente anche con lui ci sono stati diversi anni di malintesi, molto probabilmente. Anche perchè Antognoni per Firenze rappresenta tantissimo. Però poi alla fine quando le persone capiscono possono anche tornare indietro sui propri passi, quindi sono stato umanamente molto contento.

Lei ha lavorato cinque anni con il direttore Corvino. Ci dica un suo pregio…

Il direttore Corvino ha principalmente la capacità di vedere in prospettiva un calciatore. Ha questa straordinaria qualità di vedere se un giocatore può avere una determinata prospettiva. Ma sopratutto è bravo nel valorizzare i calciatori che riesce a comprare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

44 commenti

  1. Classifica del benessere in Italia secondo il Sole 24 Ore… Firenze 3* assoluta…. Bergamo 51* posto

  2. per la precisione Firenze ha un reddito imponibile più alto rispetto a Bergamo,per il reddito complessivo il comune di Bergamo si attesta nelle posizioni di vertice tra i comuni capoluogo di prov. con circa 28.000 euro procapite,Firenze 24.500 procapite

  3. Marino Monari…ma cosa parli? Firenze ha un reddito procapite più alto di Bergamo. Tra le grandi città è terza dopo Milano e Bologna, nettamente superiore a Torino Genova Venezia e tutte le altre… vai a leggerlo sul Sole 24 Ore, vai…e studia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.