Questo sito contribuisce alla audience di

“Questa è la Fiorentina” la risposta d’orgoglio dei viola ad Allegri. E un patto fatto nel nome di Astori

Un patto fatto nel nome di Astori. La storia continua in casa Fiorentina e la ricorda stamani il Corriere dello Sport-Stadio: non c’è intervista in cui non si parli di Davide, non c’è gol in cui non venga ricordato l’ex capitano attraverso le esultanze. Biraghi e Pezzella sono stati casi eclatanti. Ma questo patto, bellissimo e anche molto sentito all’interno dello spogliatoio, ha anche generato una reazione d’orgoglio alle parole di Allegri e il suo “non siamo alla Fiorentina” è divenuto “questa è la Fiorentina” così come ha spiegato Mencucci sabato scorso dopo la vittoria, proprio contro i bianconeri, nella Supercoppa femminile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. Stiamo ancora parlando dell’allenatore della Rubbentus, la squadra che oltre alle partite si compra il silenzio dei giornalisti della Gazzetta su casi scottanti come quello che vede protagonista Marotta? Ma dai…

  2. allegri…no dico… ALLEGRI!!!!…che con quelle maglie mi sembrate cosi TRISTI…caro livornese gobbo…voi non ci arriverete MAI neanche vicini a quello che è LA FIORENTINA….arroganti e presuntuosi…VOI…appunto…LA FIORENTINA È un altra cosa…

  3. Io non vorrei passare per insensibile, ma Astori sarebbe bello portarselo per sempre dentro ognuno di noi, e un po’ meno sui giornali o nelle interviste tutte le volte che si fa una bella prestazione. Ma probabilmente mi sbaglio.

  4. Lucio un po’ di galanteria… Prima le donne!
    SFV

  5. Ma non avete capito , acciuga voleva dire “Non siamo alla Fiorentina , qui ti puoi buttare che tanto ti fischiano tutto”

  6. Però tra vincere la supercoppa maschile(che coi ddv non vinceremo mai)e quella femminile c è una differenza abissale
    I

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.