Questo sito contribuisce alla audience di

Rebic e i suoi…fratelli. Il tesoro inaspettato della Fiorentina

A sorridere è proprio il budget viola. Quasi quanto la Croazia al Mondiale. L’ex viola Ante Rebic, che ha aperto le marcature contro l’Argentina, ha una voce inserita nel contratto secondo la quale nelle casse della Fiorentina andrà il 30% sulla futura rivendita da parte dell’Eintracht Francoforte. Ma come riporta stamani il Corriere dello Sport-Stadio, non è il solo. Anche Babacar potrebbe portare denaro fresco alla società viola se fosse ceduto dal Sassuolo per una cifra superiore ai dieci milioni di euro. E poi ci sono Bagadur, Berardi, Gigli, Lezzerini, Militari, Petriccione, Satalino, Hagi e Mlakar, i baby ceduti tra la scorsa estate e gennaio da Corvino che tuttavia si è riservato una potenziale cedola da incassare. Undici giocatori, ovvero un’intera squadra, che potrebbero portare un tesoro inaspettato e da reinvestire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. I piedi di Rebic sono sotto gli occhi di tutti.
    Non è che se uno fa un gol al mondiale diventa un fenomeno.
    Le partite della Croazia le avete viste?
    Avete visto Rebic giocare?
    E’ scarso!
    Tocca la palla come un falegname!
    Nessuno lo rimpiangerà.
    A Firenze dava i brividi.
    Anche Bressan ha fatto uno dei 10 giol più belli della storia della Champions eppure
    era Bressan!
    Basta con ‘ste filippiche!
    Guardate le partite e osservate chi è Rebic!
    Né una punta né un esterno….niente!

  2. Sull’operato di Corvino si può discutere finchè si vuole. Dal punto di vista tecnico alcune scelte discutibili: cessioni di Piccini, Mancini. Ilijc forse non giuste, acquisti penosi (Maxi O, Cristoforo, Saponara), ma dal punto di vista economico, a fronte di perdite limitate si può vedere che un investimento complessivo di circa cinquanta milioni su Milenkovic, Simeone, Benassi e Veretout ha già dato origine a valutazioni superiori al doppio in un solo anno, tra l’altro anno travagliato e con una squadra rifondata. Ormai il parco giocatori di questa squadra rifatta da zero ha un valore ampiamente superiore ai 200 milioni. Il che vuol dire che con tre-quattro innesti azzeccati, possiamo sperare di giocarcela anche con le grandi, per lo meno partendo con molti giocatori sulla carta di grande valore.

  3. @Lucaviola63, direi che su Rebic c’è quantomeno una compartecipazione di Montella e dell’apprendista stregone portoghese. Anzi volendo fare percentuali, Montella 50%, aveva a disposizione una signora squadra e poteva inserirlo pian piano anche se in quell’anno Rebic ebbe un infortunio che lo tenne fuori molto tempo. Il secondo anno, dopo che comunque aveva giocato i mondiali in Brasile, lo fece mandare in prestito in serie B tedesca. Per altro va detto che il nostro uomo neanche lì fece bene. Poi arrivò il portoghese. Ti ricordi lo faceva giocare a centrocampo esterno, roba da rabbrividire. Quando è arrivato Pioli il rapporto si era ormai logorato. A lui darei un 20% di responsabilità. Comunque ormai è andata così, spero di trarre insegnamento dalla vicenda. Ad majora e SFV.

  4. Ma come una volta scrivete il 50% sulla futura rivendita e oggi é il 30%???Ma come li scrivete questi articoli???
    Confermiamo il 30%, il 50 o il 40 era stato scritto in precedenza quando ancora non era stata fatta chiarezza sulla situazione. Un saluto, La Redazione

  5. A difesa di Corvino bisogna dire che a Firenze Rebic non riusciva neanche a stoppare una palla.

  6. REBIC ANDAVA ASPETTATO …ALTROCHÉ TESORETTO INASPETTATO…CAPITALE PERSO…GRAZIE A PIOLI

  7. REBIC ANDAVA ASPETTATO …ALTROCHÉ TESORETTO INASPETTATO…CAPITALE PERSO…GRAZIE A PIOLI

  8. REBIC ANDAVA ASPETTATO…ABBIAMO PERSO UN GRANDE CAPITALE GRAZIE AL SIG.PIOLI…ALTROCHÉ CHE TESORETTO INASPETTATO

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.