Questo sito contribuisce alla audience di

SE OGNI MALEDETTA PARTITA CI FOSSE IL FRANCHI…

C’era una volta un film intitolato ‘Ogni maledetta domenica’, qualcuno di voi sicuramente l’avrà visto. E’ ambientato nel mondo del football americano e da questo film traiamo, in parte, il titolo del pezzo. Ma il concetto che vogliamo esprimere è altro: il Franchi fa sicuramente bene a questa squadra.

Tre partite giocate, nove punti ottenuti, dieci reti realizzate e una sola subita: è questo finora l’esaltante cammino di marcia interno dei viola. Qualcuno di voi avrà da obiettare: “Eh, ma abbiamo giocato contro Chievo, Udinese e Spal“. Vero, ma intanto abbiamo vinto, un fatto che non è mai così banale e scontato in un campionato come quello italiano che, a lungo andare può sembrare anche scontato, ma nella singola partita può riservare qualsiasi tipo di sorpresa. Poi se vogliamo parlare degli avversari parliamone pure. La Spal era sicuramente la squadra rivelazione di questo inizio di campionato e lunedì scorso aveva annichilito l’Atalanta facendo un partitone. In più aveva incassato un solo gol in queste prime quattro gare. Il Chievo, che a Firenze è sembrato piccolo, piccolo, ha fatto punti a Roma contro i giallorossi e alla prima giornata ha messo in seria difficoltà la Juventus. Insomma, a ben vedere, la Fiorentina ci ha messo del suo per far sembrare gli altri di un gradino inferiore e ci è riuscita benissimo.

In trasferta finora ha portato a casa un punto, ma potevano essere di più. A Genova contro la Sampdoria, il primo tempo doveva essere chiuso almeno con un doppio vantaggio. A Napoli la squadra di Pioli ha preso gol, in maniera evitabile, solo a dieci minuti dalla fine, ma un pareggio ci poteva stare. E ora c’è l’Inter a Milano, una sorta di primo, vero esame di maturità per questo gruppo. Qualora il rendimento in trasferta dei gigliati migliorasse allora ne potremmo davvero vedere delle belle. Le stesse belle che abbiamo visto in casa nostra, ogni maledetta partita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Pico della Girandola

    Squadra molto giovane perciò, come esperienza insegna, soggetta a sbalzi di rendimento, però se Pioli riesce a farli maturare….. mmmmhhhhh, futuro radioso.

  2. Le vittorie nn sono mai banali, le avversarie “facili”, sono le più insidiose.
    L’unico che è venuto un po spavalda è stata il Chievo. Udinese e Spal sono venute a Firenze per fare catenaccio e contropiede (ieri è stato fondamentale sbloccarlo subito) vincere nn era scontato.
    L’impressione è che questi ragazzi giochino “leggeri”, si divertono a giocare a pallone.
    Forse è un po presto per parlare di esami. Lasciamoli tranquilli, senza pressioni.

  3. Questa squadra si esprimerà ai suoi massimi a metà campionato quando i nuovi, comprese le seconde linee, entreranno nei meccanismi. La giovane età, il furto Europa legue, il nostro dodicesimo uomo il Franchi ed il nostro tredicesimo uomo Davide, saranno benzina fino all’ultimo minuto dell’ultima partita. FORZA VIOLA SEMPRE

  4. Bisogna portare anche in trasferta la grinta, la concentrazione, la determinazione, il crederci. Dovevamo e potevamo avere 15 punti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.