Questo sito contribuisce alla audience di

Sentenza UEFA attesa per lunedì: ecco cosa rischia il Milan

Su La Gazzetta dello Sport in edicola questa mattina focus sul Milan e sulla sentenza della UEFA attesa per lunnedì, che determinerà le sorti del futuro europeo dei rossoneri, ed eventualmente della Fiorentina.  Secondo ciò che riporta la Gazzetta, il Milan rischia seriamente l’esclusione dalle coppe nella prossima stagione, e addirittura per due anni, con l’aggiunta di una multa salatissima, da 30 milioni di euro. Il Milan potrà poi fare ricorso al Tas di Losanna, con i rossoneri che appaiono più ottimisti per quanto riguarda questa soluzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

6 commenti

  1. LE REGOLE CI VOGLIONO SEMPLICI E PENE CERTE IL MILAN ANDREBBE MANDATO IN B ALTRO CHE COPPE NON GLI LASCEREI NEMMENO LA COPPA DEL NONNO FORSE UN GHIACCIOLO. FV

  2. Secondo me non succederà niente. La sentenza doveva essere emessa il 19 giugno invece è stata rimandata al 25. Nel frattempo il Milan troverà un acquirente che verserà i soldi che mancano. Troppi blasonati rispetto a noi.

  3. Secondo me non succederà niente. La sentenza doveva essere emessa il 19 giugno invece è stata rimandata al 25. Nel frattempo il Milan torverà un acquirente che verserà i soldi che mancano. Troppi blasonati ripsetto a noi.

  4. Come sto ripetendo da settimane,il Milan non verrà estromesso dalle coppe e tutti sanno perché.La Uefa sta facendo passare più tempo possibile per dargli la possibilità di rimediare.E’ un comportamento inaccettabile, vergognoso e discriminante verso altre società in uguali condizioni. Questa è la giustizia,UNO SCHIFO.

  5. Il milan deve essere escluso anche dal campionato. Basta con le iscrizioni illegali. E dall’Europa non bastano 2 anni. Chi sbaglia deve pagare. E le notizie degli acquirenti sono invenzioni per cambiare una sorte inevitabile, sono soldi di un proprietario precedente che rientrano dall’estero? Secondo me è così.

  6. franchini antonio

    quindi il milan può fare ricorso solo se deve andare in bagno?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.