Questo sito contribuisce alla audience di

SI RIPARTE DA CORVINO E PIOLI. SPORTIELLO VERSO IL RINNOVO PRESTITO, LOCATELLI UNA BUONA IDEA. UNA FIORENTINA MIGLIORE E CON CHIESA

Inutile dirlo, ma oggi l’Europa sembra lontana, sicuramente più lontana rispetto ad un paio di settimane fa. L’ultima Fiorentina, dopo gli sforzi dei mesi passati, sembra aver tirato il fiato. Forse meno assistita da quella fortuna che, quando hai forze ed energie, sembra sempre stare dalla tua parte. La settima posizione europea si è allontanata, il Milan però non sembra irresistibile. Chiaro che molto, se non tutto, passerà dalla prossima sfida di domenica contro il Napoli. Difficile vincere, con Firenze che sarà invasa dagli azzurri, con la squadra di Sarri che dopo l’impresa di Torino dovrà per forza di cose vincere per coltivare il sogno scudetto.

Intanto, all’interno della società, si è cominciato a pianificare il futuro. Le parole di Andrea Della Valle hanno fatto rumore, in senso positivo, anche se la recente storia gigliata dimostra che la cosa più importante rimangono i fatti. E quelli, un po’ tutti, saranno presto verificati. La sensazione è che, anche senza Europa, il prossimo anno sarà allestita una formazione migliore. Tre acquisti titolari e la permanenza di Chiesa, anche davanti ad offerte stratosferiche. Si ripartirà da qui e da Pioli che, come detto la settimana passata, presto rinnoverà il contratto.

E poi c’è da sostituire Badelj e rinforzare il centrocampo. L’idea Locatelli c’è, ma anche due possibili acquisti che Corvino e Freitas sembrano aver individuato all’estero per sostituire il registra croato sempre più vicino all’addio. In porta, invece, si va verso il rinnovo del prestito di Sportiello, con poi un successivo obbligo di riscatto ad una cifra leggermente più bassa. Se così andrà, Dragowski sarà mandato a giocare in Serie A, per fare esperienza. Empoli è una delle possibili destinazioni. Adesso le ultime partite, poi si comincerà a lavorare in concreto sul futuro. Ripartendo sempre da Pantaleo Corvino, confermatissimo dopo l’ultimo calcio mercato. Chi metteva in dubbio la sua posizione si sbagliava. Ultimamente sta parlando meno, lavora più dietro le quinte, ma rimane lui l’uomo mercato viola, del presente e del futuro, e terminerà la carriera a Firenze come promesso da Diego Della Valle. Lui ha ha rivoluto il ritorno in prima persona, per rimettere a posto i conti di una società che in quel momento soffriva. Oggi che tutto sembra essere tornato a posto e si ripartirà, a piccoli passi, ma si ripartirà, questa è la promessa fatta anche all’allenatore Stefano Pioli, scelto proprio per questa ripartenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

32 commenti

  1. LA REALTA DEI FATT IE QUESTA NEL CALCIO ATTUALE UNA SOCIETA COME LA FIORENTINA PUO AMBIRE MAX ALLA COPPA UEFA, E ALL COPPA ITALIA.
    LA REALTA E QUESTA POI POSSIAMO DISCUTERE INCAZZARCI TRA DI NOI.
    QUINDI LA MIA OPINIONE E
    LA SQUARA E QUESTA LA SOCIATA E QUESTA PUNTO NON MI INC****O PIU, PUNTO DI FEGATO NE HO UNO SOLO NON MEL O VOGLIO ROVINARE.
    CIAO A TUTTI.

  2. Avevo deciso per la tregua dopo la tragedia di Astori. Tuttavia poiché continuano a prenderci per i fondelli sfogo la mia delusione: con i Della Valle non c’è niente da fare.. siamo destinati a marcire nell’aninimato. Purtroppo ogni speranza di cessione è ormai tramontata e ci aspettano le solite stucchevoli manfrine Made Casette d’Ete.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.