Questo sito contribuisce alla audience di

Silvia Berti a FN: “Prandelli voleva vincere a Firenze ma l’idea non venne condivisa. Progetto Napoli era quello della Fiorentina ma mi parlano di settimo posto…”

Quella di oggi sarà LA partita per Cesare Prandelli, allenatore-padre della Fiorentina nel quinquennio dorato tra il 2005 e il 2010. La prima da avversario, dato che per il tecnico di Orzinuovi ci furono la Nazionale, Galatasaray, Valencia e Al Nasr, alla guida ora del Genoa. Chi lo conosce alla grande è Silvia Berti, in quel periodo addetta stampa della società viola, che a Fiorentinanews.com ha parlato proprio dell’imminenti scontro con Prandelli.

Come la vivrà il mister la partita di domani contro la ‘sua’ Fiorentina?
“Credo che lui stia pensando comunque più alla sua nuova squadra, essendo subentrato. E’ sempre complicato prendere un club in corsa, non averlo disegnato di persona. Va trovato l’equilibrio tra il progetto sportivo esistente e il proprio credo calcistico”.

Le ha svelato qualche sensazione particolare?
“Non abbiamo parlato della partita con la Fiorentina in realtà ma Firenze gli è rimasta nel cuore, ha scelto di viverci e quindi è sicuramente un ritrovare una parte importante della sua vita. Poi la cosa importante adesso è il suo progetto, sia di vita che sportivo”.

Se lo aspettava nuovamente in Serie A, quindi da avversario della Fiorentina?
“Ma sì, prima o poi me lo aspettavo. Credo che Cesare sia ancora il più bravo per certe cose, tatticamente e per la crescita dei giovani lo vedo tra i primi 3. Lo ha dimostrato a Firenze, dove ottenne dei risultati straordinari”.

C’è chi lo paragona anche a Pioli…
“Pioli l’ho conosciuto una sera a cena, è una persona molto piacevole, però è diverso. Cesare è molto più ombroso, anche più duro in alcuni frangenti, Pioli sembra un po’ più limpido”.

Per i Della Valle resta un errore, a posteriori, quello di essersi liberati di Prandelli?
“L’errore non fu tanto quello della separazione ma avvenne prima, quando vennero fatte determinate scelte, nella stagione precedente. Poi l’ultimo anno ne è stato la conseguenza. Cesare voleva vincere, ci siamo andati vicini tante volte, c’era un bel gioco, eravamo convinti che fosse un progetto partito per vincere e non per arrivare al settimo posto”.

Fu lì che arrivò il ‘sorpasso’ del Napoli…
“L’anno della penalizzazione la Fiorentina arrivò terza, poi era sempre in Europa; se anche lo scudetto non lo vinceva, come non lo vince il Napoli ora, però poteva avviare un bel progetto. Il Napoli magari vince la Coppa Italia, ha giocatori comprati a 3 milioni e che poi ne valgono 100. Loro in meno tempo sono riusciti a credere in progetto sportivo, partito da Benitez, che ha scelto i giocatori, Sarri li ha valorizzati e ora Ancelotti li internazionalizza. Questo è un progetto sportivo, è quello che doveva essere a Firenze. Poi però senti parlare chi di dovere di settimo posto… e sopraggiunge lo sconforto”.

Il settimo posto è davvero il traguardo massimo per la Fiorentina di oggi?
“Settimo posto se va bene: c’è la Lazio che è molto forte, ha valori tecnici importanti. Davanti c’è anche il Milan che per forza deve fare risultato, deve inventarsi qualsiasi cosa. Poi c’è la Samp che gioca da Dio, il Torino, l’Atalanta e a pari merito c’è il Parma. È chiaro che quella di ora è una classifica ridicola”.

E’ lecito e doveroso per la tifoseria viola pretendere di più, per storia, blasone?
“Nella situazione attuale va mangiata questa minestra, non mi sembra che la proprietà abbia intenzione né di vendere, né di investire. E’ una condanna al vivacchio, sullo stadio non sono ottimista, per me sarebbe giù potuto sorgere. Sarebbe bastato un po’ di marketing, la voglia di costruire un ambiente sano e divertente, un legame con la città. Stare a Firenze, cosa che i Della Valle non hanno mai fatto e per questo non hanno mai capito la città e i fiorentini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

28 commenti

  1. Ancora a rimpiangere questa SOLA che dopo la fiorentina he stato disoccupato per anni talmente era bravo…e presto sara ESONERATO ANCHE DAL GENOA….IL MALE DI FIRENZE CONTRO A PRESCINDERE ..

  2. Etpe vergognati di fare interventi demenziali in un sito che non ti appartiene e smettila di usare due nickname provocatore gobbo…FV

  3. Quoto Woyzeck……
    Ps monte ingaggi a 38 mln di euro, campagna acqusti in attivo od in pareggio, e 60 mln dai diritti tv……Secondo voi i DV vendono??

  4. L odio per i Della Valle vi ha fatti andare oltre ogni limite. Si leggono cose aberranti

  5. Da 50 tifo Fiorentina, il disprezzo e il disgusto che provo da 2/3 anni a questa parte per questa miserabile proprietà con relativi scagnozzi, mi ha insinuato il dubbio, e quasi quasi oggi contro la falsità becera di questi mediocri faccio il tifo per l’onestà, la serietà, la capacità di un Signore come Cesare Prandelli.

  6. Rosicona!!!…….ps arcobaleni viola vi attendono, cari clienti, troll e menti semplici……….

  7. Joseph , ma che ne sai te che chi è andato via dalla Fiorentina non ha fatto niente di buono , tutti gli allenatori passati da Firenze hanno avuto alti e bassi, ogni avventura fa storia a parte, è il loro mestiere, la Ferrari non vince da anni ma non si può dire che non faccia delle gran macchine, e che ne sai di Silvia Berti, tu sai cosa fa adesso ? tutti quelli usciti dalla Fiorentina quindi son tutti dei falliti !

    Altro discorsetto un pò da padre padrone è quello sul “titolare” .Se tu fossi il mio titolare caro Joseph, e di rendessi fautore di molteplici vassazioni e mancanze di rispetto verso la mia persona, prima di sputerei in bocca e po ti sputtanerei con tutti, o forse secondo te solo il “titolare” ha diritto di trattarti da maiale , e il dipendente dovrebbe stare a testa bassa e muto !
    Non funziona cosí Joseph, forse cento anni fa si, ora no, c’è un limite a tutto , quel limite che , ha ragione Alessandro, quei due criminali morali hanno più volte superato scatenando le opportune reazioni !
    Non so se hai dipendenti o no nel tuo lavoro , ma se li avessi con il tuo modo di pensare ……poveri loro !

  8. Re Leone dammi l’indirizzo del tuo, meglio di no mi sa che non è tanto bravo, visto il tuo risultato

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.