Questo sito contribuisce alla audience di

Sousa: “Ho lanciato Chiesa con la prospettiva di farlo diventare una bandiera della Fiorentina. Ma mai mi è passato per la testa che sarebbe diventato il giocatore che mancava al calcio italiano”

Il merito maggiore di Paulo Sousa durante la sua esperienza alla Fiorentina è stato sicuramente quello di aver dato fiducia ad un ragazzo come Federico Chiesa che è diventato uno dei più grandi talenti del calcio italiano in poco tempo. Ma il portoghese non si aspettava una crescita così rapida di questo ragazzo: “Ho lanciato Chiesa con la prospettiva di fare di lui una bandiera del club – spiega al quotidiano Record – Confesso che mai mi è passato per la testa che tutto sarebbe stato così rapido. La verità è che è cresciuto a tal punto da diventare il giocatore che mancava al calcio italiano, inclusa la Nazionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti

  1. grande jhosep ..l unico commento sensato…barabba mi deludi e tanto…

  2. PER AVERE FATTO 4 MESI BUONI A FIRENZE STA PASSANDO PER UN GRANDE ALLENATORE, BASTA CONTROLLARE LA SUA STORIA, RIDICOLO 🤣😂🤣😂🤣

  3. Supercannabilover

    Barabba, oltretutto rigenero’ anche Ilicic mettendolo nella posizione dove anche gasperini lo sta’ utilizzando con successo.

  4. Triglia di scoglio

    Grande Paulo!

  5. Un grande allenatore, che, con le riserve di Montella, ci issò al primo posto in classifica…..Troppo ambizioso per i fratellini mocassino, che gli fecero terrà bruciata intorno……ps oltre a Chiesa, ha lanciato Bernardeschi, fatto esplodere Alonso e Vecino….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.