Questo sito contribuisce alla audience di

Sousa: “Io realista e non più sognatore? Frase estrapolata dal contesto. E ora mi tocca cambiare modo di comunicare”

Il tecnico della Fiorentina, Paulo Sousa, ha parlato con Sky, dopo il successo contro il Bologna: “Dobbiamo sempre cercare i segnali positivi. Abbiamo giocato contro una squadra difficile, che sta molto bene,  purtroppo non siamo riusciti a chiuderla come dovevamo, ma abbiamo ritrovato risultato e gioco. Abbiamo meritato questo successo. C’è mancato di dare velocità al gioco nel secondo tempo. Io realista e meno sognatore? Cerco di rispettare il lavoro di tutti, ma le mie parole sono state estrapolate da una domanda relativa al mercato. E purtroppo devo cambiare il mio modo di comunicare da ora in poi. Io cerco di raggiungere sempre il massimo e punto a dare stimoli agli altri per raggiungere lo stesso. Per fare questo bisogna che tutti siano al massimo della forma. Kalinic segna solo fuori purtroppo per ora, ma stiamo lavorando per oltrepassare i momenti sfavorevoli che abbiamo passato. Non era facile battere due volte un rigore, ma questi momenti lasciano un’inerzia positiva e portano vittorie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 commenti

  1. Ste . Effettivamente non parla perfettamente l’italiano c’è da compatirlo. Il fatto è che ci sono tanti altri che scrivono bischerate e Son pure italiani e forse anche fiorentini eppure c’è ne sono alcuni che hanno il coraggio di protestare se lo fanno i portoghesi, roba da pazzi. Riflettete gente riflettete.

  2. c.v.d. io Sousa lo avevo capito , nel senso che non siamo da primi tre posizioni, ma che ce la possiamo giocare per il resto – la squadra è col mister, apprezza al presenza di ADV, che sembra in sintonia con Corvo e Sousa – a questo punto avanti con lo stadio, però Corvo un paio di colpetti ce li devi regalare a gennaio – un terzino destro d’attacco e un’alternativa (titolare) all’accoppiata ilicic kalinic, per me baba e zarate sono da subentro ma non da titolari – vediamo se stavolta alla parola Progetto seguono Fatti, ovverossia squadra davvero pronta a vincere sto benedetto trofeo! alè viola – P.s. delusione Donadoni, nel primo tempo la palla non sapevano se era tonda o quadra, e parla di 11 contro 11 – si può attaccare alle assenze, ma non a questa stupidaggine

  3. Effettivamente dovrebbe cambiare modo di comunicare. Io non capisco mai niente di quello che dice, costruisce le frasi in modo astratto, bisogna sempre sforzarsi di capire quel che intende veramente dire.
    Questa volta però era stato abbastanza chiaro.

  4. la squadra ha fatto questa settimana 2 vittorie ed 1 pareggio….
    ..ed e’ vicina all’Europa..
    il campionato e’ molto lungo.. nn capisco tutte queste critiche!!!!!!..
    FORZA VIOLA…

  5. Sii realista per davvero: ammetti che parli proprio a bischero! Anche se…

  6. Per me conta vincere quindi le conferenze se si potessero abolire sarebbe meglio, creano solo problemi e turbative. Anche chi continua a fare domande di mercato in continuazione la smetta. Basta discorsi, a parlare sia il campo. Sousa te lo dico ancora, la squadra è valida, ad esempio Cristoforo meriterebbe più spazio esattamente come zarate. Nel secondo tempo la gara andava chiusa, e si poteva fare molto meglio.

  7. Sousa è un allenatore ambizioso e vorrebbe il top per la Fiorentina. Purtroppo i braccini non sono dello stesso parere.

  8. Appunto Sousa, le tue parole sono state estrapolate da una domanda riguardo al mercato ed infatti abbiamo capito benissimo tutti, tu ti aspettavi due tre acquisti di livello ed invece la realtà è che i giocatori di livello, se li hanno, li vendono.
    Benvenuto nella realtà.

  9. Levati di ulo sousa…o dimettiti

  10. In casa deve giocare Zarate !!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.