Questo sito contribuisce alla audience di

Spalletti ed un sogno che resterà tale

Già prima dell’addio di Montella, forse addirittura prima del suo sbarco a Firenze, un po’ tutti in città hanno agognato l’arrivo di Luciano Spalletti come allenatore della Fiorentina. Il tecnico di Certaldo è tutt’ora fermo, sotto contratto con lo Zenit fino a quest’anno, e dovrebbe quantomeno diminuire le proprie pretese economiche (percepisce 4,5 milioni dal club russo). Interventi di sponsor e giochi di prestigio “alla Gomez” a parte, l’elemento che maggiormente allontana Spalletti dalla Fiorentina sembra un po’ quello che ha alimentato i primi dissidi tra Montella e la proprietà viola: le ambizioni. Difficile cioè che l’ex allenatore di Roma e Udinese si presenti a Firenze, accettando una squadra di scommesse, senza magari poter puntare quantomeno alla corsa per la Champions. Il blasone e i risultati di Spalletti d’altra parte lo pongono su un livello che ad oggi probabilmente la Fiorentina non può garantirgli: per questo il sogno rimarrà al 99% tale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

13 commenti

  1. Sarà anche un sogno, ma per una volta i signori Della Valle potrebbero anche decidere di fare un piccolo sacrificio e accontentare la piazza. Parliamo del 10. gruppo industriale italiano, signori, non di un negoziante che fatica a pagare le tasse e arrivare a fine mese. Negli anni scorsi, tutti i loro “sacrifici” (ad es. Gomez, riscatto di Cuadrado) sono stati tutti coperti dalle cessioni. E dai, su. Per arrivare al calcio che conta, occorre prima investire, da niente non arriva niente

  2. albertoviolaclubroma

    Non capisco questi grandi allenatori che hanno paura a mettersi in discussioni in società di media levatura.tutti bravi a lavorare con 25/28
    campioni se hanno idee e sono veramente così bravi andassero ad allenare
    in provincia.anche luis enrique ha vinto il triplete ma col barcellona, vorrei vederlo che so al bologna con tutto il rispetto per i suoi tifosi.col barcellona sono tanti a saper vincere

  3. Spalletti con questa società non verrà mai, altrimenti potevano tenere Montella. Il problema è che quando l’allenatore chiede rinforzi e giocatori adeguati vengono fuori i litigi fra società e tecnico di turno. Non si possono fare campagne acquisti a zero euro e far credere che la squadra è più forte dell’anno prima specie quando si vendono i pezzi migliori ed i sostituti sono un’incognita Per il futuro con i DV la vedo molto dura.

  4. …IN QUANTO A SCOMMESSE…….sarebbero due,

  5. In questi ultimi 3 anni la Fiorentina non è andata in C.l per errori arbitrali (spesso voluti) e formazioni sbagliate contro avversari abbordabilissimi. Con gli stessi giocatori e un tecnico con le palle l’ammissione alla C.L. si può raggiungere anche il prossimo campionato.

  6. MI SEMBRA PRANDELLI 2.Ma cosa dite che montella andava via per il progetto…Quello è u pretesto lui voleva andare al milan.Che pidocchio….Infatti a noi fiorentini non ci è mai piaciuto.In tre anni non capisce ancora l’umorismo toscano

  7. Sicuramente non verrà Spalletti,ma non scriviamo più che lui guadagna tanto. Lui guadagnava tanto,tra sei mesi gli scade il contratto con lo Zenit e sono quasi due anni che è fermo. Dubito che ci sia una squadra disposta a garantirgli più della metà di quanto percepiva a San Pietroburgo. Il problema è che lui vorrà una squadra che possa rispecchiare il suo modo di intendere il calcio e credo che,dei giocatori attuali,sarebbero pochi quelli destinati a restare. Quindi,data l’impossibilità di sostituire il 90% della rosa in meno di un mese,dubito che Luciano si accomoderà con noi.

  8. giocando ALLA MENO RIMANE SOLO VENTURA ,E PENSO CHE CI DIVERTIREMO.E MARIONE?

  9. ma senza andare mai in champions con quali soldi paghi gli stipendi rendiamocene conto i Milan dopo anni che non fa piu’ la c.l. glie’ toccato venderlo

  10. E TI PAREAaaaaa

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.