Questo sito contribuisce alla audience di

SPALLETTI, PARLARE DI RIGORE SACROSANTO E’ DI CATTIVO GUSTO. GUARDIAMO TE…E CI TENIAMO STRETTI PIOLI

Spalletti, ormai, ama dare spettacolo. Davanti alle telecamere, con la dialettica, usando il ‘toscano’ come lo spartiacque verso la simpatia. Peccato che la sua Inter giochi davvero male, peccato che questa volta sia chiamato a vincere qualcosa per non finire nel dimenticatoio. Perché in carriera, effettivamente, ha vinto davvero poco. Eppure, nonostante tutto, rimane un buonissimo allenatore. Uno che ha fatto la gavetta, uno che è partito dal basso, uno che evidentemente è riuscito ad entrare anche nelle grazie di chi, ogni anno, gli riconosce lauti stipendi. Pioli, ad esempio, mediaticamente è sicuramente meno forte. Ma siamo sicuri che sia più scarso come mister? A San Siro ha dimostrato di meritare di vincere, schierando una Fiorentina forte, con l’atteggiamento giusto, facendo girare la testa e le scatole ai nerazzurri. Perdendo per un rigore, quantomeno dubbio, e un’espulsione (quella di Asamoah) che Mazzoleni non ha avuto il coraggio di decretare. Non ce ne voglia Luciano, ma parlare di rigore sacrosanto è quantomeno di cattivo gusto. Con quella sicurezza, con quella rabbia dialettica.

Lasci almeno il beneficio del dubbio sarebbe stato più saggio e più onesto intellettualmente. Facile, troppo facile, tessere le lodi di Firenze e dei fiorentini prima della partita e poi esibirsi in un dopopartita del genere, dopo una gara oggettivamente condizionata dall’arbitro. Ma d’altronde si sa, nel mondo di oggi, oltre a saper allenare occorre avere una buona stampa, qualche battuta simpatica nel vocabolario e tanta ironia. Ovunque. Forse non a Firenze, dove la gente, i tifosi, sono inviperiti con l’atteggiamento dell’allenatore dell’Inter. Oggi, Pioli, con la sua calma, la sua educazione, la sua eleganza ce lo teniamo ancora più stretto. Luciano pensi a vincere, giocando così sarà sicuramente difficile farlo ancora, anche con Mazzoleni arbitro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Pio Canti Senefreghetti

    Vergognoso il suo commento e quelli dei siti interisti ,non ci sono altri commenti da aggiungere …. .

  2. Mai a Firenze!
    Ah, già…dimenticavo!
    Nessun problema.
    Non ci verrebbe mai lui.
    Allora perfetto!
    Questo tizio è un vanitoso che si crede un fenomeno.
    Quando lo riprendono, ridicolo, si specchia nella telecamera, ah ah, per controllarsi se viene bene.
    Che bischero!
    Ah ah!
    È finito all’Inda!
    Che in trent’anni ha vinto veramente una volta, e un paio di scudetti qua e là.
    L’inda! La società brucia umani per eccellenza, governata da ignavi, e ora lui, l’autospechiatore vanitoso, ne è il capo baracca.
    Io, caro Spalletti, farei un esame di coscienza e un bagno di umiltà.
    La realtà è che la tua grande creazione gioca di mer….a, male male male, ed piena di mezzi bidoni come te! Piena.
    Squadra senza gioco né un’anima.
    Ieri sera l’Inda ha segnato con due episodi osceni. Il primo è il rigore che tutti i buffoni di fede nerezzurra definiscono ‘sacrosanto’, il secondo ve l’abbiamo fatto noi.
    Nel secondo tempo, la mirifica Inda ha giocato una partita da horror!
    Penosi.
    E tu, vanesio, penoso.

  3. Non si sa bene come abbia fatto ad arrivare dove è arrivato, a livello di stipendi e di fama, non certo a livello di vittorie e di innovazione calcistica, ma l’ho detto e lo ridico : Spalletti è uno degli allenatori più sopravvalutati che esiste. E ieri sera si è anche dimostrato un grandissimo pezzente. E chi tifa Inter si ricordi che hanno dovuto mobilitare Telecom, investigatori, tagliatori di registrazioni, amici degli amici etc…solo per uscire dall’anonimato. Vergogna, loro come gli juventini.

  4. I comportamenti di Spalletti sono tipici di una persona frustata perché in Italia non è mai riuscito a vincere niente…….e senza contare i numerosi esoneri che ha avuto !!! Per vincere è dovuto andare allo Zenith in un campionato paragonabile alla nostra serie b !!! Quello che più da noia è il fatto che si professa tifoso viola, che un giorno prima o poi allenerà la Fiorentina e poi fa certi commenti !!! Piange e parla bene ora che guida una strisciata e che prende un sacco di soldi solo per sistemarsi la vita visto che non vincerà mai niente, se non rubando !!!!

  5. Spalletti un emerito mediocre.

  6. FINALMENTE! Una disamina coerente. Spalletti è una M……, lo dico con orgoglio di essere un CALABRESE tifoso da oltre 65 anni,della anche MIA VIOLA.A presto è forza FIORENTINA.

  7. Io l’ho sempre considerato un sopravvalutato e onestamente m’è sempre rimasto sui cohones. Falso e ipocrita.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.