Questo sito contribuisce alla audience di

Storia di un rigore decisivo e tormentato. Alla fine la decisione l’ha presa Pioli

Un calcio di rigore decisivo arrivato in pienissimo recupero, è quello di cui ha usufruito la Fiorentina in casa del Torino. Un rigore che ha avuto una storia tormentata, a cominciare dal fatto che non era stato visto dall’arbitro Gavillucci, ma dal Var Chiffi, con diversi secondi di ritardo rispetto allo svolgersi dell’azione. Dopodiché, avrebbe voluto calciarlo Chiesa, ma la decisione finale l’ha presa l’allenatore Pioli: “Lo calcia Thereau“. Questo perché il francese è in cima alle gerarchie dei rigoristi della squadra, Veretout viene dopo (e ne aveva già sbagliato uno), mentre Simeone non era in campo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Bisogna rispettare le gerarchie, e non fare come l’anno scorso, Chiesa ha sbagliato, rischiava di far innervosire Cirillo, meno male che tutto è finito bene; Veretout però mi sembra che fosse in campo, ma visto che già ne aveva sbagliato uno…
    Giusto. Grazie per la segnalazione. Redazione

  2. Giusto così, ci sono i rigoristi non a caso. Però in attacco siamo inesistenti, spiace dirlo ma Simeone ad oggi ha fallito, specie in rapporto ai 18 milioni spesi. Il prossimo anno serve una punta vera che segni, Falcinelli idem non segna mai, ce lo terremo ancora un anno in prestito forse, ma e’ inutile. Thereau e’ attempato, anche lui può essere solo un’alternativa, basta non entri svogliato come ieri. Dispiace dirlo, sono ottimi ragazzi, ma senza punte che segnano si va poco lontano.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*