Questo sito contribuisce alla audience di

Tra riscatto e rinuncia, la via di mezzo c’è: ecco la nuova soluzione per Sportiello

Prima no, poi sì, ora forse: intorno al riscatto di Marco Sportiello da parte della Fiorentina continuano ad essere alimentati dei dubbi, più o meno grandi, circa la tempistica più che altro. Il numero 57 aveva convinto solo a tratti prima della striscia positiva della squadra viola, per poi assumere maggior tranquillità e trovare anche un certo trend di imbattibilità. La sfida con la Lazio però ha rannuvolato nuovamente la situazione dopo che ormai il riscatto dall’Atalanta sembrava cosa fatta. Ma c’è una via di mezzo tra rinunciare completamente a lui e pagare qui 6 milioni al club bergamasco: secondo Repubblica infatti, il prestito potrebbe in realtà essere prolungato di un’altra stagione, allontanando così il momento della decisione definitiva. L’Atalanta stessa sarebbe per altro anche propensa a tale operazione, visto il disinteresse a riportarsi a casa il portiere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Dipende dagli obiettivi: se si vuole continuare a lottare per l’ottavo-decimi posto Sportiello va più che bene magari accordandosi su un riscatto sui 3-4 mln. Se poi i Braccini volessero rilanciare a tornare a lottare per terzo-quarto posto allora servirebbe di meglio. In tal caso però a parte Chiesa, Pezzella, Veretout, Milenkovic e Badelj(se resta) tutti gli altri al max possono fare panchina.

  2. Ovviamente no MARIO perchè il suo non è stato un errore tecnico ma una “frescaccia”. L’ho scritto qualche giorno fa, mi aspetto per Sportiello rinnovo del prestito con obbligo di riscatto, formula per garantire l’Atalanta e per la Fiorentina unicamente per spostare l’uscita al 2019.

  3. Va tutto bene, potrebbe anche essere una soluzione per testarlo un altro anno, però mettere in dubbio le sue qualità per un errore fatto contro i Laziesi…..non credo siano quelli i motivi.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*