Questo sito contribuisce alla audience di

UEFA: Tutto quello che non convince del Milan. E così ritorna in gioco la Fiorentina

Il proprietario del Milan Yonghong li

Ma perché è arrivato il no dell’Uefa alla proposta di settlement agreement presentata dal Milan. I punti caldi sono tre, a cominciare dall’incertezza sulla consistenza e sulla solidità economica di Yonghong Li (nella foto), comprovata dal mancato rifinanziamento, secondo punto, del debito contratto con Elliott (303 milioni di euro). Ci sono poi, terzo punto, troppe incertezze sui ricavi futuri, in particolare quelli dalla Cina. Da Nyon fanno capire che, nonostante il tempo concesso, il Milan non ha prodotto o aggiunto elementi che potessero far maturare una decisione diversa rispetto al no al voluntary agreement qualche mese fa. Così la Fiorentina è rientrata in gioco per la partecipazione alla prossima Europa League, o quantomeno all’accesso ai turni preliminari.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti

  1. Tifolamagliaviola

    Vi offro una lettura alternative: E’ tutta una commedia per vendere Donnaruma senza trauma, dando la colpa all’UEFA ….

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.