Questo sito contribuisce alla audience di

Un progetto giovani non per tutti: le mille valutazioni della Fiorentina e tanti rischi bocciatura

Facile parlare di “progetto giovani”, è un po’ quanto tutti i club non destinati a vincere nell’immediato vorrebbero attuare: è una delle strade migliori per creare entusiasmo e anche, inutile negarlo, plusvalenze decisive per la prosecuzione dell’attività. La Fiorentina in tal senso ha preso di petto la questione e negli ultimi anni ha avuto la bravura e la fortuna di pescare alla grande dalla Primavera, con Bernardeschi, Babacar e Chiesa (tralasciamo quelli persi per strada in modo doloroso…) ma lo ha fatto anche sul mercato e Traorè rappresenta la perfetta continuazione del suddetto progetto. Attenzione però a farsi prendere troppo la mano: il sogno di tutti è di veder sbarcare tra i grandi, con risultati eccellenti, anche i vari Sottil, Vlahovic oppure Montiel, Castrovilli, Gori, Ranieri, Cerofolini e compagnia. Soprattutto su questi ultimi, in prestito in Serie B con risultati ben diversi, si concentrerà l’analisi della società viola: Castrovilli ad oggi sembra il più pronto, non a caso da classe ’97 è anche il più “esperto” e forse l’unico in grado di giocarsela davvero per restare. Gli altri sono tutti sotto esame, perché giovane è bello sì, ma la Serie A è un’altra cosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti

  1. Tanti discorsi ma nessuno dice che per far sviluppare i giovani occorre un’organizzazione di gioco precisa collaudata sulla quale inserire i ragazzi dopo che hanno capito cosa devono fare in campo. Non mi sembra proprio il modo di allenare di Pioli, quindi la conclusione è una sola …….

  2. Pioli è una sventura x i giovani, un esempio è Hanko, ma pure Montiel che è vergognoso non abbia neppure esordito, manco fossimo il Barcellona.

  3. Castrovilli quest’anno sta facendo veramente molto bene, il prossimo anno è da testare con le pressioni della serie A e della nostra maglia..
    Ma questi son tutti discorsi da rimandare, dipende dalla qualificazione in Europa dove servirebbe una rosa più profonda, da chi sarà l’allenatore e quindi deciderà il modulo, pioli è in scadenza con opzione per un altro anno, situazione in bilico e non credo che una qualificazione in Europa league possa bastare.. Io per la prossima stagione vedo semplici sulla nostra panchina quindi 352 e castrovilli ha la fortuna di poter fare anche la mezzala oltre che il trequartista e l’esterno d’attacco

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.