Questo sito contribuisce alla audience di

UNA FIORENTINA CHE FA COME I GAMBERI, PALLA LUNGA E CI PENSA CHIESA NON BASTA. PIOLI E’ L’ORA DI USCIRE DALLA NORMALITA’

Pioli, non parleremo di lui, o meglio non parleremo solo di lui. Giusto fare una premessa: bella sorpresa la Fiorentina. Bei giocatori, molte soluzioni, classifica buona, ottimo inizio di campionato, tanti punti in casa (contro squadre da bassa classifica), pochi punti fuori (con squadre più forti). Ma, paradossalmente, partita contro il Chievo a parte, la Fiorentina ha giocato meglio lontano dal Franchi, dove c’è da ripartire in contropiede, dove non c’è da fare la gara, da impostare, da mettere sotto gli avversari a tutti i costi. E nelle ultime gare, i viola stanno facendo un po’ come i gamberi: stanno tornando indietro.

Nonostante le dichiarazioni dell’allenatore, che parla di una squadra che migliora, giornata dopo giornata, dichiarazioni che forse nascondono un po’ di paure, un po’ di problemi, il gioco latita. Palla lunga a Chiesa, che inventa. Oppure a Biraghi, che con le sue sgroppate ci prova. Alle volte ci riesce, altre no. Con tutto il rispetto il terzino sinistro, applausi per come è migliorato, applausi per l’applicazione, applausi per la Nazionale, non è un fenomeno e qualche passaggio, qualche chiusura, qualche partita li sbaglia e li sbaglierà ancora.

Contro il Cagliari il vento può essere un’attenuante, ma la Fiorentina ha costruito poco, troppo poco. E nonostante il vantaggio, non si sono portati a casa tre punti che erano alla portata. Qualche contromossa, anche dalla panchina, poteva esserci. Mosse che sono arrivate, probabilmente tardivamente, in una domenica che ci ha riconsegnato qualche dubbio, qualche punto interrogativo. Anche perché, più passano le partite e più abbiamo la sensazione che gli acquisti siano stati buoni, che il materiale umano ci sia, che la panchina finalmente offre qualcosa. Manca ancora Pjaca, manca ancora Simeone, manca un gran pezzo d’attacco. Ma manca anche il gioco offensivo: tre calciatori che si muovono in modo indipendente, che si cercano troppo poco, che faticano. Solo Chiesa, giocatore di altro livello, prende palla, fa da sé e regala lampi di genio e punti, ma non può bastare.

La classifica, dopo nove partite, rimane buona. Ma, forse, ci vuole già qualche cambiamento. Partendo da Torino, dove i viola saranno chiamati ad un riscatto dopo le ultime due partite. Perdere contro i granata (gli scongiuri sono consentiti) potrebbe far pendere la bilancia per la prima volta dalla parte sbagliata. Dopo gli applausi, dopo i complimenti, dopo essere riusciti giustamente a riportare la gente allo stadio. Ci vogliono soluzioni diverse, adesso che siamo ancora in tempo per costruire un’annata con soddisfazioni. Ci vuole una squadra più offensiva, più coraggiosa. E ci deve pensare Pioli, deve provare ad osare, uscendo dalla ‘normalità’. In fretta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

10 commenti

  1. Tifolamagliaviola

    Per il settimo posto – obiettivo dichiarato dalla societa’ – Pioli basta e avanza, poi si puo’arrivare sesti o magari ottavi, noni come l’anno scorso … il convento passa questo e molti sono pure contenti

  2. Pioli allenatore democristiano. Il colpo d’ala non lo farà mai. E’ per lo status quo. Di sicuro il valore aggiunto che può mettere un allenatore da lui non puoi aspettartelo. Gasperini con questa squadra metterebbe i giovani talenti e volerebbe. D’altra parte non è neanche colpa sua se ha un Piaja impresentabile e una sottospecie di centravanti che qui qualcuno si mette ancora a difendere. Dice “ma poi i suoi gol li farà”. Ma che mi frega, se mi ha lasciato senza un centravanti per 10 partite ? Visto Pavoletti ? quello è un centravanti. Questo è una pippa. al povero Chiesa tocca cantare e portar la croce: salta l’uomo sulla fascia e mette i palloni in mezzo, e poi taglia e fa i movimenti in area come dovrebbe fare un centravanti (che non c’è)

  3. Giusto Hector. Pioli è quella persona che descrivi. Chi fa finta di nulla è a digiuno di storia calcistica.
    Per il resto, cose già viste. Una “maturazione” infinita, fatta di alti e bassi, con rarissimi colpi d’ala.

  4. Pico della Girandola

    Pioli non ha nessuna colpa. Gli hanno messo a disposizione delle pippe. O qualcuno pensa che con Vlahovic in campo 10 minuti prima avremmo vinto facile?

  5. Secondo me dovete darvi una calmata. Al primo passetto sbagliato partite con tutte le critiche possibili e immaginabili contro tutto e tutti. La squadra va incoraggiata e tifata.

  6. Hector - Tavernerio (CO)

    Come già detto in un altra occasione, Pioli è una brava persona, corretta, rispettabile ecc…, ma nel calcio e nello sport in generale ci vuole anche, oltre a conoscenze tecnico-tattiche, la capacità di infondere nei propri atleti anche la cattiveria agonistica, la voglia di vincere e di lottare su ogni pallone, insomma quella che i napurielli chiamano “cazzimma”. purtroppo Pioli non ne è mai stato in possesso, neanche da giocatore.

  7. La Fiorentina non ha uno straccio di gioco, e se trova una squadra organizzata va in panne. Mancano giocatorin adatti? Probabilmente si, ma comunque un passettino, con i giocatori che hai, lo avrei fatto.

  8. pioli non sa leggere le partite ed è un grave difetto, si è nascosto dietro la inutile scusa del maltempo ma bisogna che dia di più. vlahovic, insieme a simeone o meno, doveva entrare molto prima!! deve tirare fuori coraggio, ha una rosa con molta qualità deve crederci, la smetta con la storia delle 6 più forti perché allora quando non vinci contro squadre modeste si può parlare di fallimento. testa a migliorare subito e a vincere sabato.

  9. Calma e gesso. Lasciamo crescere questi ragazzi e diamo loro fiducia. Prendiamo Lafont, subissato di critiche, ieri ha fatto molto bene secondo me. Bisogna stare vicino alla squadra ed evitare critiche alla prima difficoltà. Come scrive Dell’Olio la classifica resta buona

  10. Michele da Milano

    Pioli è una brava persona. Ma in quanto ad allenatore………

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.