Questo sito contribuisce alla audience di

UNA POLTRONA PER DUE

Nelle prime due partite stagionali Edimilson Fernandes e Gerson hanno giocato da titolari, ma con il rientro dello squalificato Veretout e la conferma dell’imprescindibile Benassi è rimasto un posto libero e i due se lo giocano partita dopo partita, allenamento dopo allenamento. Il brasiliano, arrivato dalla Roma in prestito secco senza alcun diritto di riscatto, ha iniziato dal primo minuto tutte le partite, ad eccezione della trasferta di ‘San Siro‘ l’Inter: lo svizzero di origini portoghese invece, è subentrato a partita in corso contro Napoli e Atalanta, mentre è rimasto in panchina contro la Spal. In tutte le altre partite è sceso in campo dal primo minuto, a dimostrazione della precisa scelta di Pioli sul centrocampo: due titolari inamovibili o quasi (Veretout e Benassi), due giocatori che si lottano la terza maglia da titolare (Gerson e Edimilson) e due rincalzi (Dabo e Norgaard).

L’inizio di Gerson è stato sfavillante, con il gol e l’assist all’esordio contro il Chievo, ma partita dopo partita il rendimento è calato e anche contro l’Atalanta la sua prestazione non è stata sufficiente. Per questo sale la candidatura di Edimilson in vista della trasferta di Napoli, un calciatore sicuramente più mobile e utile in fase di non possesso palle rispetto al brasiliano. Il dualismo tra i due dovrebbe andare avanti per tutto l’anno, per la gioia di Pioli che aveva chiesto una rosa più lunga per questa stagione ed è stato accontentato, almeno sotto quest’aspetto, da Corvino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.