Viola Park sì ma con una fuga sui monti: per il ritiro viola rispunta l’opzione di Malesani e Trapattoni

La storia tra la Fiorentina e Moena si è chiusa l’estate scorsa, dopo 10 anni di militanza mentre si sta per aprire quella tra la società gigliata e il Viola Park, in via di ultimazione tra marzo e aprile. Sarà dunque un ritiro realmente fatto in casa, ma una super casa, pur con l’incognita del clima estivo. Ecco perché tra le ipotesi al vaglio c’è anche quella di una breve fuga sui monti circostanti, il Monte Amiata in particolare, magari per un breve intermezzo in altura. Si tratta di una meta già battuta dalla Fiorentina ai tempi di Malesani e Trapattoni.

Guarda i commenti (2)

  • il Monte Amiata quando è un cardo che si stianta è da sempre il mio luogo del cuore.... secondo me è meraviglioso. Boschi di infinita bellezza, borghi dove si mangia da sbuzzarsi ed a prezzi anche contenuti e poi c'è sempre quell'ariettina che ti fa rinascere....

Articoli correlati