Questo sito contribuisce alla audience di

Vitor Hugo: “Per la prima volta in vita mia non c’era felicità nel segnare. Sentivo che non dovevo esserci io in campo, giocherò sempre per Astori”

Colui che ha segnato il gol decisivo e colui che ha omaggiato in prima persona il capitano Davide Astori con il saluto militare al Capitano. Vitor Hugo è stato il secondo principale protagonista, proprio dopo Davide, durante Fiorentina-Benevento di domenica scorsa: “E’ stato un giorno difficilissimo – ha detto il difensore brasiliano a Globo Esporte – dopo una settimana immensamente triste. Per la prima volta in vita mia non c’era felicità nel segnare. Forse perché dentro di me sentivo che non dovevo esserci io lì in campo, ma Davide. Ciò che mi ha confortato, però, è stato il rendere omaggio al mio capitano, la prima persona che mi ha abbracciato all’arrivo a Firenze. Un riferimento dentro e fuori dal campo”.

“Entrare in campo al posto del nostro capitano – ha proseguito Hugo – e del nostro punto di riferimento, è stato difficilissimo. Volevamo provare a concentrarci per 90 minuti sulla vittoria da ottenere, per regalarla a Davide. E così faremo fino alla fine. Giocheremo sempre per lui”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.