Questo sito contribuisce alla audience di

E se cambiare modulo fosse la cosa giusta da fare?

La Fiorentina di questa stagione è stata strutturata per giocare con il 4-3-3: fin dalla fine della passata stagione l’antifona era già nota a tutti, tanto che un giocatore come Saponara è stato messo fin troppo facilmente alla porta. Dopo dodici partite però, i risultati stentano ad arrivare e quello che stupisce è la mancata alternativa di uno schema che preveda “palla a Chiesa e speriamo che s’inventi qualcosa“. Simeone è troppo solo al centro dell’attacco e Pjaca stenta a far bene partendo dall’esterno, anche per evidenti problemi di condizione: e allora ecco che la soluzione potrebbe essere cambiare il modulo, magari accentrando il croato al fianco dell’argentino tentando di risolvere in un sol colpo due dei più importanti problemi della Fiorentina. Ci sarebbe da stabilire in che posizione impiegare quello che è il talento gigliato più importante, ovvero sia Federico Chiesa, ma quel che pare certo è che Pioli deve ingegnarsi per riuscire a dare un’identità ben preciso alla sua creatura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti

  1. X bibi e bibo’… Quando hai finito di fare tutte le prove è finito il campionato.
    Le prove si fanno con calna in estate durante la preparazione poi una volta deciso si va avanti con coraggio e coerenza con eventuali piccoli aggiustamenti senza stravolgere tutto.

  2. Assolutamente 3_5_2 con Chiesa e Simone di punta.

  3. ottima disanima Bibi !

  4. La cosa giusto è cambiare allenatore…..

  5. Finalmente vedo Filippo e Bibi pensarla come me che lo dico da tempo.
    Nella difesa a 4 ci vuole un terzino che spinge e Milenkovich ha tante qualità escluso quella, quindi difesa a 3 centrocampo a 5 e in attacco Chiesa e Vlahovich. Simeon va ceduto in fretta prima che si deprezzi troppo.

  6. Tre centrali buoni li abbiamo. Quindi, dietro a tre, così tra l’altro si rimette Milenkovic nel suo ruolo naturale. Centrocampo a cinque, così si rimette anche Veretout nel suo ruolo naturale. La qualità ovviamente non cambia, ma sicuramente un calciatore che gioca nel suo ruolo rende di più Davanti, Chiesa e ,Vlahovic, perché Simone è impresentabile e penso che Chiesa non gli passerà mai più la palla

  7. 3-5-2 con dietro gli stessi di ora, a centrocampo, da dx, Gerson-Benassi-Dabo-Veretout-Biraghi, in attacco Chiesa-Vlahovic/Simeone. Bene, quanto si pensa che possano cambiare, nel medio termine, i risultati della squadra ? Secondo me molto poco, i giocatori sono questi e, come dicono tutti gli allenatori, “gli schemi contano poco, quello che conta sono i giocatori”. Ma, se fossi Pioli, io cambierei modulo dalla prossima partita, così si leva la soddisfazione di far vedere che, sì, anche lui non sarà Guardiola, ma con ciò che gli hanno messo a disposizione i Munifici Proprietari tanto in là non si va. E, se questo non va bene proverei il 4-2-3-1 con dietro gli stessi 4 di ora, Veretout-Benassi in mezzo, Gerson-Montiel-Chiesa dietro a Simeone/Vlahovic. E’ una formazione da 4° posto ? No, ad andar bene è da 6° posto e male da 10° posto. E questo significa che Pioli ha delle colpe ma chi comanda in Società molte di più, se si mira a traguardi più alti del misero 7° posto identificato da Andreino Broncino. Se invece il 7° posto va bene, allora è inutile brontolare e prendersela con quello o quell’altro. Chi si accontenta gode, dicono, ma ultimamente non ho visto giodere nessuno !

  8. Antonio Manfredonia ( fg )

    Direi di campiare il mister…ora no dopo Natale…tanto il panettone non lo mangia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.