Italiano: "Purtroppo dobbiamo gestire Arthur, ci teniamo i gol degli attaccanti. Leggo di Barak o Brekalo, il mercato ci toglie serenità"

Scritto da Redazione  | 

Il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Italiano, ha parlato così in conferenza stampa dopo il pari con l'Udinese:

"Partirei dicendo che Arthur ha avuto un problemino, è stato fuori una settimana e non sta spingendo tantissimo. Lo stiamo gestendo anche se poi a gara in corso è utilissimo riesce a dare qualità, non è brillantissimo come all'inizio ma lo dosiamo. Oggi abbiamo preferito più sostanza con Mandragora e Duncan, non mi sta piacendo che in alcuni primi tempi in casa non riusciamo ad essere veloci, meno male che poi siamo in grado di aggiustare. Chi subentra fa bene, vedi Faraoni o Nzola

Per il resto si vuole vincere sempre, oggi c'era una squadra che sapevamo ci avrebbe fatto male al minimo errore, in ripartenza. Hanno avuto qualche situazione ma l'abbiamo avuta anche noi con Bonaventura alla fine. Hanno fatto gol entrambi gli attaccanti ed è positivo anche se non abbiamo vinto, preferivo quando non segnavano e vincevamo (ride ndr).

Mi è piaciuta la personalità di Nzola sul rigore, si è preso questa responsabilità. Bene Beltran, che ha sfruttato il pallone di Faraoni. Nel momento in cui gli attaccanti fanno gol hanno fatto il loro dovere, se Lucas inizia a lavorare meglio spalle alla porta, tirandosi fuori dal lavoro corpo a corpo può ancora darci tanto. Può legare il gioco, poi oggi ha fatto finalmente un gol dentro l'area, scommettendo su quel cross. Se si fosse mosso così in altre situazioni poteva sfruttarle diversamente. Oggi i centravanti sono il dato positivo. 

Faraoni? Ha fatto mezzo allenamento, bravissimo. Ci ho parlato tanto, ha esperienza e ha capito subito dove è arrivato, come difendiamo, come sviluppiamo. Prima palla e assist quindi bravo lui. Si mette in competizione con Kayode e sono convinto che gli darà una grossa mano per crescere. E' un ragazzo intelligente, sveglio e sono contento di lui.

Orgoglio Supercoppa? E' una soddisfazione per tutti arrivare a giocarsi un trofeo così, con tre squadroni abituati a partite così. Orgoglio e soddisfazione, siamo felici di andare a giocarcela. Il Napoli è forte, è campione d'Italia, ora archiviamo questa vittoria e da domani si preparerà meglio questo confronto.

Barak sul mercato? Ribadisco che il mercato dà spazio e modo per migliorare ma è di disturbo per qualche ragazzo. Leggo di Barak, Brekalo o Ikoné, sono convinto che questo non renda facile il lavoro. Vediamo quello che accadrà, mi godo il fatto che un nuovo innesto ha fatto l'assist.

Gli esterni? Possono fare di più, è chiaro. Devono pretendere di più da loro stessi. Oggi sono arrivati tanti rifornimenti nel secondo tempo, mi dispiace se qualcuno non essere soddisfatto ma l'impegno non manca mai. Ci vuole la qualità e lì ci sta mancando. Sottil non è al 100%, Gonzalez verrà con la squadra e lo valuteremo giorno per giorno".


💬 Commenti (29)