Riganò: "Rigore Ikoné? Beltran deve essere il vice rigorista fisso, Italiano si faccia capire. Inter nettamente più forte, ma non si gioca mai per pareggiare"

Scritto da Redazione  | 
Christian Riganò saluta i tifosi viola. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Christian Riganò, ex bomber viola, è intervenuto a Radio Bruno Toscana per commentare le prossime mosse della Fiorentina, fra mercato e campionato, a pochi giorni dal match contro l'Inter. Sentite cosa ha detto Riganò:

“Inter più forte, ma non si gioca per pareggiare”

“Non devi concedere l'occasione di prendere il gioco in mano all'Inter, sennò ha nettamente più qualità dei Viola. Non firmo mai per il pareggio, me la voglio giocare sempre”.

“Ikoné? Prima dell'Arabia, nessuno aveva detto che era sul mercato”

E su Ikoné: “Secondo me non doveva tirare lui il rigore, ci deve essere un rigorista e un vice fisso. Beltran non si deve far togliere il pallone dalle mani e Italiano dovrebbe urlarlo dalla panchina. Fare il mercato a gennaio è dura, o metti tanti i soldi, oppure ti devi accontentare. Io non avevo mai sentito che Jorko era sul mercato prima dell'errore in Supercoppa…”.

Tempo di scelte per Infantino: l’argentino scettico sulla Serie B. Ma la sua permanenza non dà troppi grattacapi alla Fiorentina
Oggetto misterioso: espressione abusata nel mondo calcistico ma nella circostanza di Gino Infantino forse anche azzeccat...

💬 Commenti