Questo sito contribuisce alla audience di

Dimensione ottavo posto

Tra goal mancati, attacchi sterili e critiche di sorta a Stefano Pioli, c’è una dimenticanza di fondo: l’obbiettivo stagionale. Questo è stato dichiarato a Moena ed è il settimo/ottavo posto, ovvero il minimo indispensabile. La somma di un attacco che non segna, un centrocampo senza troppe idee ed una solida difesa porta proprio a quello. Non c’è da stupirsi di una Fiorentina che va a pareggiare consecutivamente, specie a Frosinone, bensì da capire che i “pantaloni” di questa viola sono quelli di una squadra in corsa per l’ultimo posto “europeo”. Questo ruolino di marcia è adatto ad una squadra che punta a lottare nella pancia del gruppo e mira alla sufficienza. Perché le belle prestazioni non regalano punti ed i goal mangiati neanche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti

  1. Belle prestazioni????ma dove?anche se concordo con tutto l articolo

  2. Se tutto va bene

  3. Serve concretezza e capire che ogni momento di ogni gara è fondamentale.

  4. Tifolamagliaviola

    Il minimo indisoensabile per chi? Per me il minimo sarebbe una Fiorentina che possa dire la sua in Europa League, e magari ritornare in Champions. Lo scudetto e’ difficile da vincere ma in EL e in Coppa Italia ci siamo andati vicini pochi anni fa. Pero’ l’EL se non la fai, non la puoi vincere. Chi sia il padrone della societa’ m’interessa poco. Ultima cosa, le belle prestazioni … forse contro l’Inter altrimenti s’e’ visto veramente poco se non vogliamo contentarci delle vittorie su chievo e Spal …. gioco zero …. senza gioco sara’ difficile fare delle belle prestazioni

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.