Questo sito contribuisce alla audience di

E ora chiamatelo Mister X: ma più che imbattibilità si chiama mediocrità

Pioli sulla panchina della Fiorentina. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Ora è ufficialmente leader: con 11 pareggi in 23 giornate, la Fiorentina è la squadra che ha pareggiato più di tutte in Serie A, seguita dal Torino a 10 (e ieri ai granata è andata di lusso, altrimenti sarebbe stato primato condiviso). Un dato emblematico e che raccoglie due delle formazioni che meglio interpretano il concetto del “vorrei ma non posso”, se pur con filosofie diverse alla base: il Toro ha pur sempre mantenuto i suoi giocatori chiave degli ultimi anni, la Fiorentina invece è partita più tardi col nuovo ciclo e forse può avere qualche prospettiva di crescita in più (ma molto dipenderà da Chiesa…). Fatto sta che Stefano Pioli è il Mister X della Serie A: la sua Fiorentina ha perso pochissimo, appena 5 gare (meno dell’Inter, appena 2 più del Napoli) ma ne ha anche vinte poche, appena 3 delle ultime 16 (7 in totale, meno del Parma, appena 1 più del Genoa). Numeri che da un lato appaiono positivi ma che dall’altro evidenziano una mediocrità che si traduce poi nel decimo posto attuale. La settima piazza, quella elevata ad obiettivo stagionale, intanto è scivolata a 6 punti di distanza: la squadra viola non perde, è vero, ma ad ora neanche riesce ad uscire da questo alone inesorabile di mediocrità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

15 commenti

  1. Inutile che Pioli dica che meritavamo molti più punti, quando fai tutti questi pareggi (diversi con squadre medio-piccole), vuol dire che c’è qualcosa che non va, questa squadra (la più giovane d’Europa), non sa gestire le partite, speriamo di ottenere il premio “Miglior squadra della scuola primaria”.

  2. Pioli grande uomo grande allenatore grande condottiero ha tirato fuori il meglio che altri non sarebbero in grado di fare mi auguro continui il suo rapporto con i viola

  3. Non ci vuole il pallottoliere per capire che il punticino domenicale equivale spesso come una sconfitta, ma MISTER X (rivendico la patermità di questo nomignolo affibbiato al mediocre allenatore viola) ora è assunto agli onori delle cronache per il suo /triste) primato. Pareggini su pareggini dei quali va orgoglioso anche se contro il Frosinone per la posizione in classifica che merita 10 posto. E i leccavalle che plaudono al fatto che non si perde (ma non si vince neanche)? A loro va bene così la mediocrità è il sale della loro vita e quindi è in linea con i loro stili di vita. A noi tifosdi veri NO questo non va bene e lo diciamo forte e chiaro, via i ciabattini da Firenze,m i bistecchieri ed i suonatori di violino domenicali.

  4. Tifolamagliaviola

    Fabio ha ragione, non bisogna mollare. Oggettivamente il settimo posto promesso da ADV sembra sempre piu´lontano ma ci resta la Coppa Italia, tre partite secche. Vediamo. Comunque frate piolo non mi ha convinto, e´un bravúomo ma si va avanti a 1.3 punti a partita di media, anche meno oramai

  5. Basta alibi per pioli e per i giocatori. Non è “vorrei ma non posso”, è “vorrei ma non voglio”. Ci manca la cattiveria nei momenti decisivi. Con più determinazione e attenzione si potevano avere molti più punti. Niente è perso, il campionato non si deve mollare nulla. L’Europa è ancora raggiungibile. Se si molla da una parte ci si prepara male per l’altra competizione.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.