Questo sito contribuisce alla audience di

Le nostre PAGELLE: Uno rischia di perdere il conto dei miracoli di Lafont. Avete presente un pesce fuor d’acqua? Pensate ad Hancko

Lafont: 8 Uno, due, tre, quattro, alla fine uno rischia di perdere il conto dei suoi miracoli. E’ chiaro che quando un attaccante ti spara una bordata addosso da cinque metri, grossa responsabilità è la sua, però mette in mostra doti di riflesso e reattività non indifferenti. E, come già detto, lo fa non solo una volta, ma in diverse circostanze.
Ceccherini: 6 Il suo avvio è shock, nel senso che non ci capisce molto e resta fuori posizione in almeno tre azioni del Napoli. Passata la sbornia si riassesta un po’ e finalmente entra in partita. Un altro di quelli che
Pezzella: 6 Là dietro non è una serata facile nemmeno per lui. Gli va riconosciuto il fatto di non mollare mai e di rimanere in campo stringendo i denti anche quando, visibilmente, non ce la faceva a giocare.
Hancko: 5 Gli passano vicino e non se ne accorge, gli tagliano dietro e resta come esterrefatto. Avete presente un pesce fuor d’acqua? Eccolo qui. Vitor Hugo: 6 Entra determinato a fare semplicemente quello che c’è da fare, senza fronzoli, o meglio senza i fronzoli che solitamente mette in mostra.
Biraghi: 5,5 Quando gli esterni del Napoli si inseriscono lo mettono in difficoltà. Succede nel primo tempo, così come nella ripresa.
Dabo: 6,5 Pioli lo mette in una posizione strana, quasi a fare l’esterno destro, comunque in una zona in cui possa badare sia al’esterno sinistro del Napoli che a Zielinski che, evidentemente era molto temuto. E il francese sfodera una gara da vero lottatore che sa però essere anche intelligente in alcune fasi della gara, piazzandosi anche sulla linea difensiva.
Edimilson: 6 Corre e rincula e sicuramente si può dire che è in ottima condizione atletica. Gli manca qualcosa in fase di riproposizione.
Veretout: 7 Nel primo tempo costruisce la più grossa palla-gol della partita per la Fiorentina impegnando severamente Meret con un suo destro dentro l’area. E’ l’anima di questa squadra e il suo finale è di quelli che lasciano il segno.
Chiesa: 6 Si fa preferire nel primo tempo rispetto alla ripresa, dove la Fiorentina non riesce ad essere incisiva negli ultimi trenta metri. Spazi ne ha a disposizione, stavolta la squadra non sa sfruttare appieno le potenzialità di questo ragazzo.
Gerson: 6 Passi in avanti sotto il profilo della generosità e della voglia di fare vanno registrati. E il suo primo tempo è anche positivo. Per giocate più incisive però l’appuntamento è ancora rimandato. Mirallas: SV. Simeone: SV.
Muriel: 5,5 Non tocca tanti palloni e quei pochi che si ritrova a giocare non li gestisce al meglio. Non vogliamo minimamente pensare che abbia già esaurito il grande entusiasmo che aveva non appena arrivato a Firenze, ma che sia stato solo un episodio negativo dal quale possa riprendersi in fretta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

29 commenti

  1. Tifolamagliaviola

    A mente fredda, quasi tutti, perfino Gerson, ha fatto una buona gara contro una squadra superiore come gioco e come tecnica. Biraghi, Muriel e Hancko potevano fare meglio pero’ Hancko e’ giovane. Avrei una domanda per frate piolo: sai gia’ che parti con una squadra rabberciata, metti Gerson che piu’ di 60 minuti non gioca, quindi gia’ sconti un cambio, in piu’ Dabo lo metti esterno di destra ne’ alto ne’ basso, e in piu’ gli urli anche ……. perche’ non metter 11 giocatori sani con almeno 80 minuti nelle gambe???

  2. Ceccherini ha iniziato male perché si accentrava troppo. Per il resto più o meno d’accordo. Hancko poteva fare meglio

  3. Triglia gobbo d.o.c. oramai la figura di m….l’hai fatta è inutile che cerchi di rimediare gobbo livornese….FV

  4. Lei non è un giornalista ma un raccomandato giornalaio non considera che il ragazzo era al debutto a buone doti lo stronca per demolire Corvino non per altro voi volete sempre mettere in discussione tutto sennò chi vi segue.
    Mettiamo i puntini sulle i. A me di demolire Corvino non interessa per nulla. Non ho missioni e questo è solo un giudizio tecnico su quello che è successo ieri. A questo aggiungo che lo stesso Pioli ha detto pubblicamente in sala stampa che non gli è piaciuta “lettura della situazione di Hancko in un paio di occasioni”. Io sono stato più cattivo perché sono più libero di poter dire quello che penso rispetto all’allenatore ma il concetto era esattamente lo stesso. Questo giusto per restare sul tecnico. Raccomandato lo dice però a qualcun altro non certo a me. Non certo ad una persona che è sul pezzo da 17 anni per 12 ore al giorno. Avrei voglia di essere molto più esplicito di così con una persona che dà questo tipo di giudizi ma per il momento mi contengo e le auguro lo stesso una buona giornata. S.D.C.

  5. Triglia di scoglio

    Direttore Del Corona l’ incompetente era per il micietto, a lei ho solo detto che avrebbe dovuto sapere che Dabo in passato ha fatto il terzino destro molte volte e quindi la posizione in cui e’ stato schierato ieri non era affatto ” strana ” come lei riporta nelle pagelle. L’ho chiamato in causa soltanto per far capire al micietto che e’ meglio che faccia festa. Grazie.

  6. La metafora su hancko è ridicola: giocatore di 21 anni alla terza apparizione ( con quella di ieri sera non arriva a 200 minuti) che non combina particolari disastri. Mi salta all’occhio i voti sufficienti per tutti i centrocampisti: discreti in fase di contenimento , lasciano molto a desiderare nel palleggio e nell’impostazione , purtroppo quest’anno è in quella zona di campo la nostra carenza. Edimilson insufficiente , lo stesso veretout sbaglia molti passaggi, dabo dà un apporto in fase difensiva e di rottura ma non sempre con lucidità.

  7. Pensa te.. Edmilson per me è da 7,5..ha fatto tutto.. E veretout. Da 6. El secondo tempo ha sbagliato molto..

  8. Supercannabilover

    Roberto novoli, non sprecare polpastrelli in vano, uno che scrive che è bono perché tifosi Viola vicino alla società dicono che è forte vuol dire che non sa fare manco 1+1

  9. Mi chiedi se capisci quello che scrivono oppure ti limiti a non capire. Nessuno ha mai detto che Lafont non sia un buon portiere solo che, oggi su palle tirate da pochi metri , e’ stato reattivo e bravissimo. Non altrettanto lo e’ sui tiri da lontano, nelle uscite e nei rilanci. Sei tanto bravo nel dire ******* ma probabilmente non ti ricordi della respinta a pugni chiusi nel finale che ha rimesso la palla a trenta centimetri da lui invece di mandarla fuori area

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.