Polverosi: “Kayode monumentale, sempre dentro la partita. Terracciano il giocatore che ha portato più punti, stagione viola difficile da spiegare e superiore ad ogni aspettativa”

Scritto da Redazione  | 
Martinez Quarta con Kayode. Foto: Vicario/Fiorentinanews.com

La firma del Corriere dello Sport-Stadio Alberto Polverosi ha parlato a Lady Radio facendo varie considerazioni in merito ai risultati recenti della Fiorentina, ma non soltanto. Di seguito le parti salienti delle sue dichiarazioni.

I miglioramenti costanti di Terracciano

“Se penso al giocatore della stagione della Fiorentina che ha prodotto più punti, penso a Terracciano, non a Gonzalez. Il portiere viola lo metto almeno in terza ‘classe’ nella storia dei portieri della Fiorentina, dopo i vari Sarti, Galli, Albertosi, Toldo…immaginando un ipotetico treno con Prima classe e poi business class. Il portiere gigliato si è migliorato continuamente, ho sempre pensato che fosse un portiere da Fiorentina e sono felice che sia andata così. Non vedevo miglioramenti coi vari Montipò, Carnesecchi, Falcone, buoni portieri ma non ai livello di un Vicario o Maignan che costituirebbero un vero passo avanti. Tra i portieri di medio livello Terracciano è il migliore”.

‘Kayode sempre dentro la partita, Biraghi incerto’

“Nell’ultima mezz’ora dei supplementari la Fiorentina mi è sembrata più dentro la partita. I cambi hanno fatto la differenza. Nei 90 minuti si è fatto preferire il Bologna, che gioca bene e sa interpretare i momenti della partita. La difesa a tre della Fiorentina ha sorpreso un po’ tutti, Biraghi l’ho visto un po’ incerto, a differenza di Kayode che sorprende sempre come maturità. Il giovane viola è stato monumentale, sempre dentro la partita”.

Il lavoro di Italiano, la crescita della Fiorentina

“In certe partite mi capita di criticare Italiano ma il suo lavoro è stato incredibile. È veramente difficile trovare tante ragioni ai risultati ottenuti finora: dovessi scrivere un pezzo a riguardo lo inizierei con ‘Boh…’ (scherza ndr). La Fiorentina è quarta, in semifinale di Coppa Italia e agli ottavi di Conference League. La stagione in corso per il momento è persino superiore a quella passata. Ora la società, che è la migliore in Europa quando c’è da costruire e basta vedere il Viola Park, sul piano calcistico è inesperta. Il Bologna ha un direttore sportivo come Sartori, la Fiorentina non ce l’ha. Italiano sta facendo cose incredibili, ma quanti tecnici più preparati di lui ci sono ancora? Non è un allenatore top. La squadra ha un grande giocatore, che è Gonzalez, c’è Bonaventura, che non è Dybala, e un ottimo portiere…ma poi? Oltretutto la Fiorentina gioca da anni senza centravanti e continua a crescere, non è una cosa da poco”.


💬 Commenti (3)