Jacopo Vicini
Jacopo Vicini

Nessuno potrà fare meglio di Italiano, con una squadra di questo livello, con questi mercati, con questi chiari di luna. Di questo ne sono convinto. Ancora una finale, ancora un campionato discreto da parte della Fiorentina, ancora una squadra che prende gol discutibili ma che diverte. Nonostante di campioni non ce ne siano praticamente più e quelli che c'erano sono stati venduti al miglior offerente. E’ rimasto soltanto Gonzalez, ad alzare il livello, possibile prossimo partente, soprattutto nella malaugurata ipotesi che la Fiorentina non dovesse vincere la Conference. 

Riconoscere i giusti meriti

Oggi, dopo una stagione dove Italiano è stato spesso criticato, un po’ tutti sembrano riconoscere all’allenatore viola i giusti meriti. Come se non fossero bastati due anni di ottimi risultati, come se dovesse ancora occorrere una terza stagione con una nuova finale. Vabbé, si sa, questo è il calcio. E poi, magari, il prossimo anno gli stessi che tanto lo hanno criticato, lo rimpiangeranno, perché chiunque arriverà difficilmente sarà meglio di lui. 

Italiano Fiorentina
Vincenzo Italiano. Foto: Vicario/Fiorentinanews.com

Occorre un tecnico con esperienza non un emergente

Soprattutto se la Fiorentina, come ci auguriamo, vincerà la battaglia di Atene, occorrerà un tecnico con esperienza, che conosca le coppe, forte. Con tutto il rispetto per Aquilani, sarebbe un rischio soprattutto per lui arrivare dopo Italiano. Con una tifoseria che a questo punto chiederà a Commisso un cambio di passo: altrimenti meglio mollare, meglio guardarsi attorno. 

Non girano grandi nomi, presto le panchine saranno tutte occupate e a Firenze rischia di arrivare soltanto un emergente, un nome nuovo, una scommessa. Già Sarri, ad esempio, sembra destinato altrove. La Fiorentina sembra non averci pensato di recente, troppo impegnativo (sia economicamente che come richieste) il tecnico di Figline che a Firenze sarebbe venuto di corsa. 

Presidente ci stupisca

La speranza resta un'altra: che Commisso ci stupisca e ci smentisca, che faccia arrivare un allenatore forte forte. Soltanto così i rimpianti per aver salutato Italiano potrebbero volare via. Altrimenti faremo come spesso è accaduto, ovvero la camminata all'indietro, come i gamberi. 


💬 Commenti (30)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo