Il punto sul mercato: Fiorentina al lavoro anche in Arabia. Il Napoli continua a tentare Barak, Allegri non molla Kean

Scritto da Mattia Sorbetti  | 

Chiuso il primo colpo Faraoni, la Fiorentina da qualche giorno si è rifiondata alla ricerca dell’occasione giusta che possa migliorare l’attuale rosa in possesso di Vincenzo Italiano: nonostante il viaggio in Arabia per la Supercoppa Italiana, a poco più di due settimane dalla fine del mercato invernale, la dirigenza gigliata resta al lavoro per regalare un paio di colpi al tecnico. In Arabia avranno sicuramente modo di decidere il futuro di Antonin Barak, ai margini in questa prima metà di stagione e cercato con forza dal Napoli. ADL lo vuole e farà di tutto per convincere i viola: il club partenopeo nei giorni scorsi ha chiesto l'ex Verona in prestito con diritto di riscatto, per un’operazione da 6 milioni, dall’altra parte invece la Fiorentina vorrebbe un'offerta più alta con l'inserimento dell'obbligo di riscatto. I contatti continueranno nei prossimi giorni a Riyad, chissà che l’operazione non possa sbloccarsi entro il prossimo fine settimana.

SOS sugli esterni: servono i gol

Arriviamo alle note dolenti. Non credo sia da sottolineare la carenza di gol tra gli esterni che, tolto Nico Gonzalez, hanno racimolato una manciata di reti in 4. E gia questo basterebbe per essere costretti ad intervenire sul mercato, sempre che la qualificazione all’Europa League (o meglio ancora alla Champions) rappresenti un obiettivo per il club. A questo si aggiunge il lungo infortunio subito dall’argentino ad inizio dicembre. Chiunque si sarebbe aspettato un innesto in quel ruolo ad inizio anno ed invece ancora nulla, per ora solo nomi. Beste, Grull, Ngonge e ora Vargas. I primi due sembrano essere ormai tramontati. Per l’esterno del Verona si è inizialmente registrato il sorpasso del Napoli, disposto a mettere sul piatto qualche milione in più rispetto ai viola, ma nelle ultime ore la Fiorentina è tornata alla carica: offerta viola sui 9 milioni, richiesta dei gialloblu che si aggira sui 12. L'altro nome del momento sembra quindi essere del talento classe ’98 dell’Augsburg: il prezzo del suo cartellino, che scade nel giugno del 2025, risulterebbe anche essere accessibile alle casse viola aggirandosi attorno ai 7-8 milioni.

Allegri si coccola Kean e allontana la Fiorentina

Contro l’Udinese entrambi gli attaccanti sono finalmente andati a segno, lanciando senza dubbio segnali positivi rispetto al passato. Le lacune però restano e se si vuole ambire a restare in queste posizioni di classifica, è ovvio che la Fiorentina continui a valutare ogni opzione a disposizione sul mercato. Il nome più in voga è senza ombra di dubbio quello di Moise Kean della Juventus, per il quale però lo stesso allegri non ha nessuno dubbio a riguardo: "Kean lo vedo tutti i giorni. Contiamo molto su di lui, abbiamo fatto bene. Poi è anche normale che gli attaccanti vengano valutati per i gol che fanno”. Se non bastasse ci sarà anche da superare il forze interesse del Monza, che dopo aver ceduto Colombo virerà sul classe ’00. In ogni caso questa operazione, se verrà fatta, sarà molto probabilmente definita soltanto nelle ultime giornate di mercato.


💬 Commenti (11)