Terim: "La Fiorentina deve lottare ogni anno per la Champions, altro che ottavo, nono o decimo posto. Italiano mio erede, mi piace il suo spirito offensivo"

Scritto da Redazione  | 
L'ex allenatore della Fiorentina, Fatih Terim. Foto: Luca Fanfani/Fiorentinanews.com

Per tutti è l'Imperatore, anche se sia a Firenze che a Milano non ha concluso neanche una stagione. Fatih Terim però è rimasto nei cuori dei tifosi viola e a La Gazzetta dello Sport ha detto la sua da doppio ex:

"La Fiorentina arriva a San Siro da quinta in classifica, come il Milan deve avere traguardi ambiziosi. Altro che ottavo, nono o decimo posto: dovrebbe puntare ogni anno ai primi quattro posti che valgono la Champions League. Non ho portato loro troppa fortuna quando li ho visti dal vivo l'ultima volta, a Istanbul: hanno perso 3-0 in Conference contro il Basaksehir. Dalla tv però ho visto spesso delle belle partite. La città e i tifosi che riempiono sempre lo stadio meritano di tornare in alto e di restarci.

Entusiasmo Italiano? Sì, sì, sì. Mi piace il suo spirito offensivo, il suo modo di fare pressing molto alto e l'idea di insistere sul possesso palla per avere il controllo del gioco. Italiano mio erede? Altro sì, ha una filosofia molto simile a quella che era la mia anche se con giocatori diversi".


💬 Commenti (4)