Minotti: "La Fiorentina non era da Champions dopo Napoli ma ora niente drammi. Nzola non può fare il titolare a Firenze, giocare con due punte non avrebbe senso per la rosa viola"

Scritto da Redazione  | 
L'attaccante angolano M'Bala Nzola

Commentatore tecnico ed ex bandiera del Parma, Lorenzo Minotti segue da vicino le vicende della Fiorentina in Conference League. In vista del ritorno in campo in Europa della squadra viola contro il Cukaricki nella giornata di giovedì, ma non solo, l'ex difensore ha parlato a Lady Radio.

Ecco le sue parole: “L'impegno europeo per la Fiorentina potrà servire per ritrovare un po' di serenità, vincendo e segnare tanti gol aiuta. Le sconfitte rallentano un po' la corsa della squadra di Italiano, ma bisogna guardare avanti e capire le reali possibilità della rosa avendo equilibrio nei giudizi. Non bisogna fare drammi, la Fiorentina non era da Champions dopo il Napoli, ora serve pensare ai reali obiettivi, ci sono delle potenzialità ancora inespresse, bisogna essere contenti perchè la squadra è tornata ai vertici del calcio italiano”.

“Alcune cose si stanno ripetendo con troppa frequenza, in difesa e attacco, lì bisogna intervenire. Mentre lo scorso anno sostenevo che il centrocampo andasse ribaltato per le caratteristiche dei giocatori e Italiano è stato bravo a intervenire, ora c'è il problema del centravanti, che non si ricollega al modulo. Per come è costruita la rosa viola penso che giocare con due punte non avrebbe molto senso, anche perchè poi non si avrebbero altri attaccanti in panchina per fare dei cambiamenti. Nella rosa viola ci sono poi tanti esterni". 

“Serve pazienza, i due attaccanti arrivati per un motivo o per un altro vanno aspettati. Nzola può essere utile, per caratteristiche e esperienza ma non può fare il titolare della Fiorentina: arrivato a quell'età non ti inventi a certi livelli e in certe competizioni. Non ci si pul appoggiare in maniera importante su di lui. Fatica a reggere poi la pressione di una piazza come quella viola. Beltran è giovane, è arrivato in una realtà nuova che pretendo tanto e subito ma mi ha dato buone sensazioni. Va aspettato e messo nelle condizioni di avere continuità, Italiano gliel'ha data tranne una partita, è sempre stato titolare o è subentrato”.

Pruzzo: "Mina centravanti? In altri tempi il presidente avrebbe chiesto spiegazioni all'allenatore. Italiano non ha fiducia in Beltran"
L'ex attaccante viola Roberto Pruzzo affronta molte questioni a Lady Radio, esprimendosi anche duramente su alcune scelt...

💬 Commenti (1)