Oggi compie 70 anni l'ex allenatore della Fiorentina, Alberto Malesani

Intevistato da Gazzetta.it, il tecnico veneto ricorda il suo esordio in Serie A: “Io alleno la Fiorentina, vengo dal Chievo in Serie B. Parecchie facce stupite per il mio sbarco in Serie A. Qualche anno prima lavoravo alla Canon, sezione logistica. Al debutto in campionato andiamo al Friuli contro l'Udinese. A un minuto dalla fine siamo sotto 2-1. Poi, in un lampo, neanche me ne sono reso conto, Batistuta fa due gol e vinciamo la partita”.

La corsa diventata famosa

Subito scatta la corsa verso la curva dei tifosi viola: "E che cosa dovevo fare, starmene fermo davanti alla panchina? Ma figuriamoci! Sono un istintivo, sono passionale, vivo di emozioni. E in quell'occasione le emozioni furono enormi. Faccio una corsa pazzesca e vado a godere assieme ai tifosi: ecco com'è stato il mio esordio in A".

“Cecchi Gori voleva mettere il becco sulla formazione”

Sul rapporto con la piazza e con Cecchi Gori racconta: "Il popolo della Fiorentina mi ha capito subito, e mi ha accettato. I giocatori sono stati straordinari e mi hanno seguito dimostrando una grande umiltà. In quel gruppo c'erano Rui Costa e Batistuta, non dimentichiamolo mai. Con Cecchi Gori c'è stata qualche discussione, è vero: lui voleva mettere becco nella formazione e io non lo accettavo".

Malesani: "Terza finale in due anni, Italiano avrà qualche merito o no? Il fatto che la difesa si prenda rischi è un pregio. Un consiglio per Atene..."
L'ex allenatore, tra le altre, della Fiorentina Alberto Malesani ha parlato del tecnico viola Vincenzo Italiano in un'in...

💬 Commenti (2)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo