Un parallelo con chi la sua coppa europea l'ha già alzata da parte di Alberto Polverosi sul Corriere dello Sport, in previsione di Fiorentina-Olympiakos di mercoledì:

"Se la Fiorentina vincerà la Conference lo farà sullo stile dell’Atalanta. Chiariamo subito, Atalanta-Bayer è difficilmente ripetibile visto che non si è trattato di una partita ma di un’invasione di gioco, i tedeschi si sono arresi di fronte a una squadra armata di tecnica, di gambe e di forza fino ai denti. Però è quello il comando calcistico che Italiano nei suoi tre anni viola ha messo nella testa della Fiorentina. Attaccare e attaccare. Certo, la statura dei viola è nettamente inferiore a quella dell’Atalanta, ma anche l’Olympiakos non è proprio dello stesso livello del Bayer

La Fiorentina non si difenderà ad Atene, non lo sa fare, non lo vuole fare. Ha un esempio da seguire ed è legato proprio all’Atalanta, alla semifinale d’andata di Coppa Italia, quando i viola hanno dominato dall’inizio alla fine. Giocherà così la Fiorentina, o meglio, cercherà di giocare in quel modo. E rischierà, ovviamente. 

La riflessione di Italiano in questa lunga vigilia si basa molto sul centrocampo. Deve ragionare sul trequartista, sul giocatore che può bilanciare o sbilanciare tutto l’assetto. E’ preferibile Bonaventura a Beltran, anche se nessuno dei due è al massimo della condizione. Diciamo Bonaventura non tanto per il gol di Cagliari, peraltro stupendo, ma perché ha un senso calcistico più completo dell’argentino".

Mandragora: "L'errore di Praga è il rimpianto più grande della mia carriera. Ad Atene la decide Nico, il 'muro' viola sarà bellissimo"
L'incubo dell'errore in finale con il West Ham non ha ancora lasciato la mente di Rolando Mandragora che ha parlato in v...

💬 Commenti (5)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo