L'investitura da leader della difesa: Martinez Quarta adesso è più imprescindibile che mai per Italiano

David Fabbri  | 

Assente per la gara di Coppa Italia con il Parma per squalifica il centrale difensivo Lucas Martinez Quarta della Fiorentina è adesso pronto a tornare per dare garanzie a tutta la retroguardia viola. Contro i ducali mercoledì la difesa ha nuovamente dimostrato una fragilità a tratti disarmante, subendo continue imbucate e incursioni dei giocatori più offensivi. Serve infatti decisamente una marcia in più e un cambio di passo nel momento in cui la Fiorentina affronta squadre con reparti d'attacco più organizzati e insidiosi. Errori come quelli di Mina in Coppa Italia, le sviste di Milenkovic e le disattenzioni di Parisi in varie partite sono dettagli sicuramente correggibili nel tempo, ma una maggiore solidità è assolutamente necessaria. Contro la Roma stasera e un attacco giallorosso ben congeniato con Dybala e Lukaku titolari servirà una sistematica organizzazione.

 

Ed ecco che potrebbe rientrare in gioco il difensore più affidabile in questa stagione, ovvero Lucas Martinez Quarta, il quale poteva essere uno dei partenti nel mercato estivo ma che invece, una volta rimasto in viola, ha saputo più di una volta andare a segno e rimediare sulle retrovie mettendoci una pezza. L'ultimo errore del difensore argentino è stato il mancato intervento sull'azione del gol del Genk al 'Franchi', ma in quel caso si è fatto subito perdonare siglando poco dopo il gol del pareggio. Questione di condizione fisica, di mentalità ma anche esperienza. Dopo più di tre anni trascorsi in Serie A con la maglia viola il centrale ex River Plate si candida più che mai in questa impegnativa stagione calcistica ad essere il leader della retroguardia viola e un elemento imprescindibile dello scacchiere tattico di Italiano. Tutto questo nell'attesa che altre pedine fondamentali della squadra come Milenkovic tornino il prima possibile ai loro livelli.


💬 Commenti (1)