Biraghi: "Non andiamo a casa pienamente contenti, chissà quando ci ricapita una doppia superiorità. Però abbiamo ancora margini e questo è bello"

Scritto da Redazione  | 
Biraghi rivolge il suo saluto alla Fiesole. Foto: Fanfani/Fiorentinanews.com

A Dazn anche le parole del capitano viola, Cristiano Biraghi:

"Sono quelle partite dove non è che vai via pienamente contento, c’erano delle situazioni che potevamo sfruttare meglio però non è tutto negativo o positivo. Andiamo via consapevoli di aver fatto una buona partita in un campo difficile, sapendo che quando ci capitano queste occasioni resta l’amaro in bocca.

Sotto tanti punti di vista siamo cresciuti, poi è normale che il percorso non è finito perché quest’anno qualche punto l’abbiamo lasciato indietro. Per stare nei piani alti della classifica non può accadere, vedi il doppio vantaggio con il Lecce o la sconfitta con l’Empoli. Sono contento comunque perché abbiamo margini di miglioramento.

Il nostro modo di giocare è molto aggressivo e spensierato, molto bello, io mi trovo molto bene. Noi che andiamo in campo dobbiamo capire certi momenti della partita, il mister ha dato un’impronta ma in campo ci andiamo noi. Se c’è da rallentare un attimo in alcuni momenti dobbiamo farlo, è quello che ci sta un po’ mancando. La gente vede che andiamo su ogni campo a giocarcela su ogni campo, fa piacere".


💬 Commenti (5)