Italiano: "Il mancino di Ikoné ce l'hanno in pochi, arriverà la continuità. Settimana di grande confronto di gruppo, che brividi i cori della Fiesole"

Scritto da Redazione  | 

Il tecnico della Fiorentina, Vincenzo Italiano ha parlato in sala stampa dopo la vittoria sul Frosinone:

"Finalmente siamo riusciti a vincere una gara nel 2024, troppi errori e disattenzioni e oggi non potevamo continuare a commetterli. Abbiamo approcciato bene rispetto alle ultime gare, siamo riusciti a essere concreti e a mandare in gol tanti uomini. Questa è la Fiorentina che vorremmo vedere tutti, ci siamo sbloccati, ho visto lo spirito battagliero che in precedenza mi avevano fatto vedere i ragazzi. Si sbaglia meno e si aggiungono punti alla classifica, continuiamo a mostrare reazione nei momenti difficili della partita. Dobbiamo trovare continuità, in chi parte dall'inizio e in chi subentra come oggi.

Belotti? Ha fatto un gran gol, da attaccante. Alla prima palla è riuscito a smarcarsi bene, permette di aprire le maglie degli avversari, il piano gara loro ha dovuto cambiare e questo dinamismo trascina i compagni. Gli faccio i complimenti per come è arrivato, come interagisce con i compagni e sono contento perché quando sono gli attaccanti a mostrare questa voglia diventano trainanti per i compagni.

Ikoné sbloccato? Penso che bisogna avere continuità di prestazioni come queste, lui ha nelle corde questo tipo di prove. Sul primo gol si è andato a prendere la palla e ha permesso di segnare al suo compagno. Ha delle doti incredibili, deve iniziare a fare qualche gol e a riempire l'area. Penso che prima o poi possa mostrare grande continuità di rendimento perché quel mancino ce l'hanno in pochi.

Settimana clou? La scorsa è iniziata con un confronto generale, in cui ci siamo detti che non si possono perdere le partite in quel modo. Abbiamo approcciato bene la settimana, grazie anche all'entusiasmo dei nuovi. Ci ha fatto arrivare alla partita carichi e vogliosi di risultato. Poi qualche punto andremo a strapparlo dove non ci si aspetta e se avessimo la continuità del girone d'andata, qualche obiettivo possiamo raggiungerlo. Non si può essere diversi da oggi.

In questi due anni e mezzo abbiamo avuto qualche incontro con i ragazzi della Fiesole, sono sempre stati incontri belli fatti di spontaneità e lealtà, dicendoci in faccia cosa si pensa. E tutte le volte ne veniamo fuori con grande carica e voglia. Ci hanno spinto ad essere sempre pronti a sudare la maglia perché loro non ci abbandoneranno mai. Per chi fa calcio e ama dare gioia ai propri tifosi, sentire il proprio nome fa enorme piacere. Li ringrazio perché mi sono venuti i brividi e mi vengono ancora.

Bologna? Difficile, avete visto tutti cosa sta facendo. Sono state due partite bellissime le scorse, siamo squadre che vogliono vincere e non speculano sul risultato. La prepareremo con entusiasmo diverso grazie alla vittoria di oggi.

Beltran trequartista? Già in precedenza avevamo provato questa soluzione, nelle prime uscite le risposte non sono state ottime. Però continuiamo a lavorarci, togliere Lucas dalle maglie dei difensori può aiutarlo a giocare più libero. Quando inizieranno le partite ravvicinate, è una soluzione che possiamo usare".


💬 Commenti (2)