Coppa d'Africa: Osimhen il grande ostacolo del girone di Kouamé. Nzola, un gruppo sulla carta abbordabile ma con una decisione ancora in sospeso

Lorenzo Ciabattini  | 

Coppa d'Africa 2024, ci siamo quasi. Mancano ancora un po' di giorni all'inizio della kermesse continentale che vedrà opporsi le migliori nazionali di calcio africane. Fra queste, anche i padroni di casa della Costa Avorio e l'Angola, le due nazioni che raccolgono giocatori della Fiorentina. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio come sono strutturati i gironi di Christian Kouamé e M'Bala Nzola (quest'ultimo ancora dubbioso circa la sua presenza).

Il girone di Kouamé

La Costa d'Avorio - il paese che ha dato i Natali a un certo Didier Drogba - ospita la competizione ma non sarà la squadra più forte del girone A. L'avversario principale di Kouamé si chiama Victor Osimhen che può trascinare la sua Nigeria fino alle fasi finali della coppa. Le altre due avversarie, invece, si prospettano più fattibili: stiamo parlando della Guinea Equatoriale e della Guinea Bissau. Dunque, almeno sulla carta, l'attaccante della Fiorentina potrebbe “correre il rischio” di giocare più di tre partite e superare il proprio raggruppamento.

Il girone di Nzola

M'Bala Nzola non ha ancora deciso. Da una parte, è propenso a rimanere a Firenze per non lasciare la squadra in difficoltà, in un reparto che già di suo mostra evidenti lacune; dall'altra parte, la convocazione del ct è arrivata nonostante la volta precedente non fosse partito per le amichevoli. L'Angola affronterà l'Algeria dell'ex City Mahrez, mentre le altre due squadre sono Mauritania e Brukina Faso, due nazionali tutt'altro che irreprensibili. Curiosità: partner di reparto del centravanti viola potrebbe essere Zito Luvumbo, attaccante del Cagliari di Ranieri.


💬 Commenti