Jacopo Vicini
Jacopo Vicini
Castrovilli Fiorentina

Christensen: 4,5 Che pasticcio sul rigore per il Verona, gli scivola la palla e poi tocca Noslin atterrandolo. Poteva fare di più sul raddoppio? Noslin tira forte, ma anche centrale, il danese fa una torsione innaturale pur di non respingerla. 

Faraoni: 5 Costruisce una buona manovra con rifinitura per la testa di Barak. Perso Noslin totalmente sul 2-1. Belotti: SV.

Milenkovic: 4,5 Indipendentemente dal tocco di mano di Lazovic, il suo rinvio al centro dell'area di rigore sul 2-1 del Verona è di una goffaggine rara. Degna del momento che sta vivendo. Invece di preoccuparsi di chiedere il fallo, avrebbe dovuto concentrarsi sulla propria giocata. 

Ranieri: 5 Il grosso delle responsabilità sul pasticcio del primo gol è giusto che se lo prenda Christensen, ma anche lui ci mette un po' del suo. Gestione della giocata semplice, giocatori viola in vantaggio, eppure…

Parisi: 5,5 Chi vuol diventare titolare nel proprio ruolo deve mangiarsi la fascia laterale, non limitarsi e limitare il proprio raggio d'azione. 

Lopez: 5,5 Prove timide (molto timide) di regia a centrocampo. Mandragora: 5,5 Fa a tempo a farsi ammonire per un'entrata assolutamente scomposta e in ritardo. 

Duncan: 5 Poco costrutto, poco filtro, poco di tutto. Bonaventura: 5 Approccio alla partita sbagliato. Tiri pretenziosi e fuori misura, passaggi sbagliati, un campionario di errori ampio. 

Ikone: 5 Se non si mangia almeno un paio di gol non è contento. Una cura, si fa per dire, che lo ha fatto ingrassare parecchio in questa stagione. Beltran: 5,5 Si adegua al confuso modo di giocare della Fiorentina. 

Barak: 5,5 Colpo di testa ad impegnare Montipò poco dopo il vantaggio veronese. L'unica volta in cui prova a pungere veramente. Poi, benché non lesini impegno non riesce ad emergere. 

Castrovilli: 6,5 Sfortunato davvero al 28', il suo rasoterra al curaro va a stamparsi sul palo. La sfortuna si dissolve e lascia spazio alla bravura al momento del gol dell'1-1. Ad un anno di distanza, ritorno alla gioia per lui. Rivedibile la sua uscita dalla zona difensiva, è lì, dalla sua palla persa, che prende il via l'azione del 2-1 gialloblu. Kouame: 5,5 Solo qualche colpo di testa nel finale e un passaggio abbastanza comodo, sbagliato, verso Belotti. 

Nzola: 5,5 Le migliori cose nella prima parte della gara le fa per servire Ikone e lo fa in un paio di circostanze. Prima un filtrante in mezzo all'area che non viene controllato al meglio dal francese. Poi, al 31', lo mette in condizioni di volare direttamente verso la porta avversaria. Più che a finalizzare, si diverte ad impostare e ci mette del suo anche sul gol di Castrovilli. Assente nella ripresa, si rivede all'83' quando spara un sinistro alto da buona posizione. 

Italiano: 5 Non sappiamo se consciamente o inconsciamente, ma la Fiorentina ha deciso di giocarsi tutta la stagione in una-due partite in Conference League. Contro il Verona scende in campo una sorta di seconda squadra che però costruisce col contagocce, difende male e regala tanto agli avversari (ancora una volta). 


💬 Commenti (33)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo