Jacopo Vicini
Jacopo Vicini

Quest’oggi l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri, alla viglia del ritorno della semifinale di Coppa Italia contro la Lazio, ha partecipato alla consueta conferenza stampa della vigilia. Il tecnico bianconero ci ha tenuto a ribadire l’importanza della Coppa Italia per la Juventus, al fine di non finire l’ennesima stagione senza un trofeo. Questo un estratto delle sue dichiarazioni:

“La Lazio non è più quella di Sarri”

”Sarà una Lazio aggressiva perché deve recuperare 2 gol. Stanno cambiando rispetto a Sarri. Sarà una sfida da dentro o fuori. Se Chiesa partirà titolare? Federico è un giocatore importante. Domani ci sarà bisogno dei cambi, perchè serve battagliare”.

“Finale di Coppa Italia obiettivo da raggiungere, poi la Champions”

Su quanto vale la Coppa Italia per la Juventus: "Siamo partiti con l'obiettivo della Champions e la Coppa Italia. Domani capiremo se saremo stati bravi a centrare la finale. Poi in campionato è ancora lunga perchè abbiamo tanti scontri diretti. Se la Coppa incederà sul futuro? Dico sempre che si gioca per il massimo dei risultati. Se li fai sei bravo, se ne fai meno sei meno bravo. Bisogna essere concentrati sugli obiettivi per cui giochiamo, per cui lavoriamo. Quest'ultimo mese si decidono i campionati, le coppe, i posti in Champions. Ci siamo arrivati. E' il momento più importante. Non abbiamo ancora raggiunto la Champions o la finale di Coppa Italia”. 

“Non dobbiamo avere paura, se poi gli altri saranno più bravi..”

Ha poi concluso: ”Non è questione di Coppa Italia. Devi giocare per vincere, ottenere il massimo. Devi avere un'ambizione talmente alta che ti porta al di là dei valori che ci sono. Domani abbiamo l'opportunità di andare in finale. La società ci ha dato direttive ben precise. E il fatto che la Juventus debba e possa avere la possibilità di andare in Champions. Andare in finale vorrebbe dire andare in Supercoppa, nelle grandi squadre giochi per vincere i trofei. Dev'essere l'ambizione, con la pressione devi conviverci. E' il bello di stare in una squadra forte. Non bisogna avere paura. Tutto questo va vissuto con grande voglia e desiderio di arrivare in finale. Bisogna fare il massimo. Poi se saranno più bravi gli altri applaudiremo".

L'AIC elegge Presidente e Consiglio Direttivo: ci sono due tesserati della Fiorentina
Quest’oggi a Milano si è svolta la consueta Assemblea generale dell’Associazione Italiana Calciatori. I vari delega...

💬 Commenti (4)

Edito da A.G.E.T. – Associazione Giovani Editori Toscani
via Masaccio, 161 50132 Firenze
P.Iva, C.F., Iscr. Reg. Imprese di Firenze nr. 06173570489.
Iscrizione ROC n. 21380 AUT. TRIB. di Firenze N. 5209 del 24/10/2002

Powered by Slyvi
Depositphotos logo
Depositphotos logo