"Gli ottavi sfumano (per ora) per un soffio, ma l'importante era ritrovare il sorriso. La svolta Kayode, Mina una dolce sorpresa da titolare"

Scritto da Redazione  | 

La Gazzetta dello Sport analizza la vittoria della Fiorentina sul Genk ieri sera al Franchi, con la squadra di Italiano che si è così assicurata almeno il passaggio del turno. “Obiettivo raggiunto - si legge sulla rosea - con un po’ di fatica. Con la vittoria sul più che discreto Genk, la Fiorentina si assicura almeno i playoff. E se non fosse stato per il gol all’ultimo respiro del Ferencvaros, avrebbe avuto la certezza aritmetica della qualificazione diretta agli ottavi. Poco male, a Budapest basterà anche un pareggio. L’importanza era superare l’ostacolo belga, più ostico del previsto". 

Questa volta a essere decisivi sono stati i cambi, specialmente quello che ha visto l'ingresso in camp di Kayode, al rientro dopo un mese. Poi il solito Nico Gonzalez che su rigore è infallibile. Nel primo tempo si sono visti i soliti problemi con aridità in attacco e problemi difensivi. Sorpresa Mina, al debutto da titolare, l’unica scelta inaspettata di Italiano che ha funzionato. Un po' (tanto) più in difficoltà Parisi ancora a destra. L'importante è una vittoria che è tornata nelle mani della squadra di Italiano. 

Le nostre PAGELLE: La serata delle scelte inusuali di Italiano, ma insistere con Parisi a destra è da masochisti. Beltran, così si che può rendere
Christensen: 6 Due i tiri veri scagliati dai giocatori del Genk; sul primo arriva un palo, sul secondo la rete, imparabi...

💬 Commenti (6)