Questo sito contribuisce alla audience di

Il focus sulla difesa: Lafont incerto ma decisivo, Pezzella horror. E i falli di mano in area cominciano a diventare un po’ troppi…

Continua la rubrica di Fiorentinanews.com dedicata all’analisi della fase difensiva, con un’attenzione particolare ai gol subiti dalla squadra di Stefano Pioli. Contro il Chievo la giornata della retroguardia della Fiorentina è apparsa fin da subito delle più grigie. A partire da Lafont, che con un errore da mani nei capelli aveva regalato a Giaccherini il gol del pareggio poi annullato. Il portiere francese, in generale molto incerto ieri, si è però riscattato alla grande parando un rigore decisivo che ha propiziato il successivo gol di Chiesa e quindi la vittoria finale. Dispiace dirlo, ma è andato malissimo capitan Pezzella che prima ha causato un rigore (generosamente non concesso) su Pellissier, poi si è fatto sormontare sia da Stepinski che da Dordevic in occasione dei gol clivensi. Non particolarmente reattivo anche Hugo, entrato da un po’ di tempo in un tunnel di cattive prestazioni. Si è ben disimpegnato invece Hancko alla sua prima da titolare, e se Depaoli lo ha fatto un po’ soffrire quantomeno il terzino viola ha messo diversi cross interessanti nell’area avversaria. Per quanto riguarda i gol subiti abbiamo già parlato degli errori di Pezzella, mentre il primo rigore di Pellissier è stato causato da una vera e propria parata di Benassi, sicuramente evitabile e disastrosa visto che ha lasciato la Fiorentina in dieci. A tal proposito, viene da precisare come tutti i rigori fin qui subiti dalla squadra di Pioli siano stati dovuti a dei falli di mano: un aspetto su cui i giocatori viola devono sicuramente prestare maggiore attenzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti

  1. Sono d’accordo con le analisi. Metterei milenkovic centrale, qualche variazione serve.

  2. Io, criticare Pezzella perché ha fatto due brutte partite su 21 mi sembra un po’ esagerato.
    È un gran difensore, tant’è che tolto Quagliarella non ha concesso il goal a nessuno dei grandi attaccanti del nostro campionato (Ronaldo segno’ su rigore)

  3. Per Pezzella non si tratta di una giornataccia ma di un’abitudine nel perdere l’uomo. E la smettano di mettersi sull’attenti a fine partita per onorare la figura di Astori. Pensino piuttosto a non ripetere tutta una serie di errori che hanno condizionato la classifica. Inoltre bisogna dire a Pioli che la Fiorentina attuale può benissimo giocare con due punte quali Chiesa e Muriel e che un centrocampista in più può impedire di farsi attaccare dagli avversari.

  4. Ogni giorno spunta un nickname nuovo….che ca..o dice questo Io? Ma vada a commentare sul sito dei gobbi o di qualche altra strisciata….non si capisce veramente che gusto ci trovino a voler per forza fare commenti diciamo “strani”…

  5. Se le ca…. che sta facendo pezzella nelle ultime partite le avesse fatte qualcun’altro ora sarebbe in tribuna non sono mai stato convinto da questo giocare come daltronde da hugo e miliencovic .. È una difesa da ottavo posto fenomeni non ne vedo

  6. Ottimo articolo, è tutto vero, non si è capito come mai ieri Pezzella proprio non saltava, vabbè capita a tutti la giornata grama, è sempre il migliore della difesa! non dimentichiamoci che mancava anche Milenkovic….Hugo è così, fa sp esso molto bene e poi fa le sue cogl..ate, credo che sarà sempre così.Per quanto riguarda le mani gliele dovrebbero legare dietro….comunque la parata di Benassi ci stava, tanto era gol comunque perché Lafont non ci sarebbe mai arrivato.

  7. In area di rigore si “marca ” …..non si copre lo spazio capito difensori della Fiorentina. Chi vi dice il contrario non gli date retta!!!!!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.