Questo sito contribuisce alla audience di

In Serie A come a Malta: Il solito, inesorabile, Simeone

Sembra pazzesco ma tra le ultime uscite di Giovanni Simeone e quella di ieri nel Visit Malta Tournament non abbiamo notato chissà quale differenza: l’attaccante argentino continua a restare in letargo, o meglio continua a restare… il solito. Quasi mai padrone della scena dal punto di vista tecnico e fisico, quasi fuori ruolo verrebbe da dire perché anche contro la difesa del non irresistibile Gzira United il Cholito l’ha toccata poche volte, sprecando per altro due buone occasioni davanti al portiere. Il solito insomma. Contro Koulibaly, Manolas, Chiellini, Skriniar o Romagnoli, come contro la difesa della formazione maltese: troppo poco per la Fiorentina, troppo poco per impensierire un Muriel che ieri sembrava scherzare nel giardino di casa, come è normale che sia. Se Simeone resta questo, a salvarlo può essere solo un tandem con il colombiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

9 commenti

  1. Simeone giocatore da Pontedera, niente dì più, ma in panchina.
    Forza Viola, Siempre.

  2. Campionato gettato alle ortiche!!simeone deve giocare per non farlo svalutare, biraghi deve giocare perché lo devi vendere ad un super prezzo e così benassi, Gerson e Pjaca debbono giocare (e continueranno a fioccare loro malgrado, ameno che non si trovi una cccordo con Juve e Roma)per chissà quale motivo che sanno solo Corvino, monchi e marotta…….arrivederci al prossimo!!!!

  3. A POCO PIÙ DI VENT’ANNI QUANTO MI PIACEREBBE ESSERE ATTAPIRATO ED IMPAURITO CON UN PAPÀ MILIONARIO E DI MIO CHE DA PROFESSIONISTA MI SONO AD ORA ACCANTONATO IN BANCA UN CINQUE SEI MILIONI DI EURO IN CONTRATTI NEI PRIMI QUATTRO O CINQUE ANNI DA PROFESSIONISTA….detto ciò gli manca qualche piccolo aggiustamento per fare l’attaccante della FIORENTINA : migliorare nel tenere la palla in ripartenza soprattutto quando rilancia il portiere per far salire la squadra….. riuscire a colpire di testa una e dico almeno una palla nello specchio avversario in un campionato…. riuscire a chiudere una e dico una triangolazione per andare o far andare qualcuno in porta…. migliorare nel controllo di palla cercando di non litigarci più di tanto….. essere pericoloso dal limite dell’area su azione o su punizione…. non lisciare tutte le volte palle a porta vuota col portiere impossibilitato di eventualmente intervenire……. DOPODICHÉ SE LAVORA SU QUESTO PER BENE, SI AVVICINEREBBE AL DIECI X CENTO, AD UN CERTO “GABRIEL OMAR BATISTUTA”…

  4. Simeone è spento, sembra arreso. Se vuole essere utile deve reagire, e lo può e lo deve fare.

  5. lucaviola…. funambolo ? ma chi ?? ah ah ah ah ah ah….. sulla lentezza siamo d’accordo, comunque, va’

  6. Mah,io non ti infamo perche’ sono d’accordo con te.L’ho scritto anche ieri sera,abbiamo giocato contro nessuno ed e’ riuscito a non concludere niente e le difficolta’ nella seconda partita sono derivate dall’avere in squadra gente che non segna.E’ facile arguire che se avessimo incontrato anche la piu’ scadente della nostra serie A,non avremmo vinto.Ecco perche’ abbiamo pochi punti.Adesso mi fa paura Pioli con le sue decisioni,quello e’ capace di confermare sempre i soliti.

  7. Io con tutto il rispetto, mi sono un po scocciato di aspettare Simeone, perché oltre a non essere un bomber, mi sembra sia un giocatore da Lega Pro, niente di più. Non tiene una palla per fare ripartire la squadra e non riesce mai a non avere paura, non è veloce, non colpisce dì testa, secondo me è un grande raccomandato dal padre e se lo volesse l’Empoli o il Crotone, io glielo porto di corsa.
    Forza Viola, Siempre.

  8. CHIESINO CHOLITO E MURIEL…QUESTO IL TRIDENTE PER DARE CONCRETEZZA SOTTO PORTA…CONTA TORINO…IL TEST DI MALTA NON FA TESTO…SIMEONE TORNERÀ IL FUNAMBOLO DEI TEMPI AL GENOA…È IN LENTA MA EVIDENTE CRESCITA

  9. Purtroppo continueranno a farlo giocare più o meno in modo continuo fino a fine stagione per vedere se in estate trovano un pollo che te lo compra ad una cifra che non ti faccia rimpiangere troppo i 18 milioni dati al Genoa… Ci sarà sicuramente qualcuno che mi infamerà, ma io in Simeone non ci credo più.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.