Così è se mi pare – Fiorentina, chissà che una mulattiera non porti più lontano di un’autostrada

Scritto da Francesco Matteini  | 

Autostrada o mulattiera? Stasera la Fiorentina comincia il proprio viaggio in Coppa Italia. La stagione scorsa fu contrassegnata da circostanze molto favorevoli. Dalla nostra parte del tabellone c’erano Milan, Roma e Napoli. Tre squadroni spariti dal palcoscenico uno dopo l’altro, anche se non per merito dei viola.

Una comoda autostrada

La Fiorentina arrivò alla finale percorrendo una comoda autostrada. Sampdoria, Torino e Cremonese poco più di stazioni di servizio dove soffermarsi a bere un caffè e ripartire. Però, una squadra forte alla fine la dovevi incontrare e l’Inter era indubbiamente più forte dei viola, anche se in campo non si vide una grande differenza di valori. Come andò lo sappiamo tutti, inutile rimuginare su ciò che poteva essere e non è stato.

Fra le 16 squadre qualificate automaticamente o per risultato agli ottavi di finale, sulla carta, solo la Cremonese è inferiore al Parma (sono le due sole squadre di Serie B). Quindi anche stavolta il viaggio inizia imboccando un’autostrada. Tuttavia, difficilmente le congiunzioni astrali che portarono la Fiorentina in finale senza incrociare i tacchetti con le più forti, si ripeteranno.

Dall'autostrada alla mulattiera

Sfruttiamo la partenza su strada liscia e pianeggiante ma prepariamoci ad una mulattiera, irta e faticosa. Se al Franchi i gigliati faranno meglio dell’amichevole con il Parma giocata in luglio al Viola Park (1-1 il risultato, loro più in palla di noi) poi inizierà il percorso accidentato. Che sia di nuovo l’Inter formato “caccia allo scudetto” o la sorpresa Bologna (anche se battuto in campionato) la Fiorentina dovrà sudare per andare avanti. Nell’eventuale semifinale potrebbe trovare Milan o Atalanta, più difficilmente Cagliari o Sassuolo. In finale chi c’è… c’è. 

Chissà che una mulattiera non porti più lontano di un’autostrada.

La probabile formazione della Fiorentina: torna Christensen in porta, nuova fiducia a Nzola dal primo minuto. Italiano cambia anche sulla trequarti
Dopo la finale raggiunta l’anno scorso, la Fiorentina torna in Coppa Italia con l’obiettivo di andare il più avanti...

 


💬 Commenti (7)